Cultura Federale

Torna Indietro

CAIT



Nome presente nel catalogo federale: Cait (15 Lyncis III)
Nome locale: Ferasa
Sistema: Dolium
Quadrante: Alpha
Classe: M
Lune: Due, Rea e Sura
Popolazione: 5.4 miliardi [In crescita]
Gravità sul pianeta: 1.25 g
Diametro: 10.100 Km
Circonferenza all'equatore: 31.714 Km
Superficie totale: 320.311.400 Km²
Superficie terre emerse: 160.155.700 Km², 50%
Lunghezza del giorno: 27 ore


SISTEMA STELLARE:



Il sistema di Cait, anche conosciuto come 15 Lyncis dagli astronomi federali, è composto da una stella gigante luminosa bianco-gialla calda (F5 II), otto pianeti con numerose lune ed una fascia di asteroidi dopo i primi quattro pianeti. La cintura di asteroidi caitiana è una delle miniere più ricche di dilitio della Federazione.


GEOGRAFIA, CLIMA ED URBANIZZAZIONE

Cait è un pianeta diviso in cinque continenti principale, tre dei quali caratterizzati da climi principalmente tropicali ed equatoriali, due occupano le aree polari e temperate, in particolare il maggiotre, Larrrtov, si estende dal polo nord oltre l'equatore e presenta così una grande varietà di climi sebbene la maggiorparte della vegetazione sia bassa con rare aree boschive a macchie se non nella zona più a Nord del continente.
I principali insediamenti sul pianeta sono nelle aree tropicali e subtropicali con ampie praterie dove la specie dominante, i caitiani, ha potuto evolversi in grande prosperità e quindi spostarsi negli altri continenti ed aree climatiche. Il pianeta è ricco di fiumi e laghi, le precipitazioni sono abbondanti ed il pianeta risente raramente, e solo in poche zone, di crisi di siccità. Il pianeta non adotta sistemi di controllo atmosferico per queste ragioni.

Pirrrem è un continente tropicale e subtropicale sulla faccia opposta del pianeta rispetto al più grande Larrrtov, così come Canrral.
Anticamente connesso al continente pià grande Pirrem si presume sia il punto di origine della razza caitiana.

L'narrr è un continente localizzato tra i due più piccoli continenti tropicali, ricco di foreste equatoriali. Mai stato particolarmente popolato a causa delle troppo frequenti piogge che rendono l'area inadatta alle abitudini dei felini dominanti.

Il polo sud occupato da un continente freddo, parzialmente ghiacciato e caratterizzato da ampie distese di tundra, chiamato Virrrtam.

Le città di Cait sono grandi insediamenti che si sviluppano sul territorio senza crescere troppo in altezza; i principali insediamenti si trovano negli ambienti più congeniali alla razza caitiana ma nei secoli la specie si è spostata in tutti i continenti sviluppando etnie differenziate tra loro come le più comuni razze umanoidi.

La capitale di Cait è Rronorra, nella fascia tropicale di Larrrtov, qui ha sede il governo e le principali istituzioni caitiane. Rispetto alle altre città la capitale è evidentemente più grande, raggiungendo il triplo della massima espansione della seconda città più grande, Tarssav al centro di Pirrrem.

FLORA E FAUNA

Flora e fauna sono abbondanti su Ferasa. La vita abbonda come in ogni pianeta sano della Federazione di questa classe. Tra gli animali più tradizionali di Cait troviamo:

Serret: un piccolo felino molto intelligente che vive negli ambienti tropicali. Ha la pelliccia maculata, zampe corte e corpo allungato.
Kenvel: animale simile al bufalo un tempo cacciato ma oggi più comunemente allevato in grandi mandrie, hanno un pelo rado che copre una cute molto spessa.
Teporr: animale da allevamento simile ad un tacchino spiomato. Viva in natura in colonie di venti-venticinque individui.


STORIA

Storicamente un popolo pacifico quello caitiano ha dovuto affrontare un periodo storico travagliato che si ricorda come l'unica guerra su scala mondiale del pianeta a metà del 1800 del calendario unificato federale. Superata l'era industriale il popolo caitiano aveva ormai preso il controllo della quasi totalità dei territori di Ferasa lasciando praticamente indietro la sola zona artica ritenuta inabitabile dalla maggior parte della popolazione. Uniti in un governo unico i caitiani puntarono allo spazio. Prima che le forze potessero essere messe insieme dal nord un gruppo di figure viste mai prima scese dal nord del continente ed invase Larrrtov. Pronti alla guerra gli invasori del nord presero alla sprovvista i pacifici cugini del sud e riuscirono in poco tempo a saccheggiere i maggiori centri abitati, portando via con se un gran numero di schiavi e ricchezze del sud.

Scossi da quanto successo i caitiani iniziarono una rapida militarizzazione che costò molte delle risorse messe da parte per la ricerca spaziale e piombarono in uno stato di xenophobia verso le etnie differenti, convinti che in una di queste potesse nascondersi il seme di una nuova crisi dopo aver sperimentato la furia dei ciatiani del nord. Fonte di ispirazione e guida militare fu il Generale M'grram che si adoperò per la formazione dell'Alleanza Caitiana, fondamento del futuro governo. M'grram guidò i caitiani contro i futuri tentativi di invasione dal nord e permise al popolo di ottenere le prime vittorie. Nominato Alpha da tutte le tribù il generale iniziò l'invasione del nord, per mettere termine alla minaccia fin dalla sua origine. Quando le forze alleate raggiunsero la capitale dei nemici la trovarono in uno stato di abbandono, la maggioranza della popolazioen stremata da malattie raccolte al sud dai militari. Quella che era iniziata come un'invasione si trasformò in un operazione di soccorso.

Poco più di un migliaia di caitiani, sui milioni presenti, sopravvissero all'epidemia di quella che per i caitiani sarebbe stata una semplice e passeggera influenza. L'etnia dalla pelliccia bianca iniziò così a mescolarsi con i cugini del sud, abbandonarono il freddo del nord e tornarono ai climi più caldi e piacevoli guidati da S'rreen, unica erede del governo del nord.

Sposati pochi mesi dopo, S'rreen e M'grram divennero i leader delle tribù di Ferasa e consolidarono la propria famiglia alla guida delle tribù nella capitale Rronorra.


I CAITIANI



Classe: Mammalia
Ordine: Carnivora
Specie: Caitiana
Altezza media: 150 / 180 cm
Peso medio: 60 / 100 kg
Aspettativa di vita media: 115 anni

Il 70% dei caitiani ha il pelo fulvo, minore è la presenza di pelo nero, maculato o tigrato, quasi sempre eccezzioni particolari. L'albinismo è un fenomeno molto raro, manti bianchi o grigi, eredità dell'etnia del nord, lo sono ancora maggiormente. Gli occhi hanno colorazioni molto varie e la loro conformazione concede ai caitiani un ottima visione crepuscolare e notturna ma riduce la loro percezione delle tonalità cromatiche. Il gusto e l'olfatto dei caitiani sono molto sviluppati ma non sufficientemente da renderli uno strumento più prezioso che non quello di altri umanoidi.
Le orecchie hanno padiglioni molto ampi, solitamente appuntite, e permettono una percezione superiore alla maggioranza delle altre razze conosciute, a differenza degli antenati più primitivi i caitiani hanno perso la capacitò di orientare liberamente il padiglione auricolare. I ciatiani sono tutti dotati di una coda che può essere mossa volontariamente ma solitamente questa di muove secondo l'umore dei caitiani stessi o per bilanciarli nel movimento. I caitiani hanno zampe e articolazioni tipiche dei felini, sono quindi soliti non indossare scarpe di alcun tipo. I caitiani hanno mani quasi del tutto simili a quelle di altre razze umanoidi e non possiedono unghi retrattili come quelle dei grandi felini. La fisiologia caitiana è caratterizzata da una bassa quantità di grasso corporeo il che li rende inadatti al nuoto. Dotati di grandi riflessi i caitiani hanno un fisico più elastico e flessibile di quello umano ma meno adatto a sforzi prolungati. Dopo i settantanni molti caitiani si fanno operare volontariamente al cuore per allungare l'aspettativa di vita che è, per via della loro fisiologia, normalmente più bassa della media delle specie federali a causa di frequenti malattie dovute all'indebolimento del sistema cardiaco. Le femmine caitiane entrano in fertilità ogni sei mesi ma non sviluppano particolari atteggiamenti da questo status fisiologico. I caitiani sono geneticamente compatibili solo con poche altre razze di felinidi.

I caitiani sono poco tolleranti al freddo, ma non risentono patologicamente dello stesso sicché questa intolleranza si connota maggiormente come un aspetto caratteriale.
Cacciatori per natura i caitiani sono normalmente carnivori ma la loro fisiologia permette tranquillamente di reggere un alimentazione vegetariana o mista.


CULTURA E SOCIETA'

A causa delllo sviluppo ampiamente sociale dei caitiani, costruito sulla base del rispetto e della fedeltà reciproca, la cultura caitiana è cresciuta in fretta e uniforme sul pianeta, senza ideologie troppo distanti tra loro per essere concigliate pacificamente. I primi nuclei famigliari erano clan di cacciatori nomadi che si stanziarono solo quando la specie abbandonò la caccia di branco per l'allevamento del bestiame. Con la formazione di luoghi di fissa dimora i clan entrarono in contatto tra loro allargandosi in tribù dalla società comunque molto semplice, un maschio alpha sopra il gruppo così come era sempre stato in passato. Nel tempo il ruolo di primo maschio divenne non più una manifestazione di forza fisica atta a dimostrare la capacità di proteggere il gruppo ma divenne anche orientato come guida culturale e religiosa, rendendo possibile la scelta democratica del maschio, successivamente allargato alle femmine. Si consolidò l'idea che offrendo fiducia si ottiene fiducia, offrendo aiuto, quindi, si ottiene ospitalità e protezione.

Questo modello rimase tale, costruendosi in forme via via più precise nei secoli, fino all'istituzione di un sistema di controllo superiore a tutte le tribù, nella figura del Primo Caitiano, una sorte di leader centrale.

I caitiani non concepiscono la disparità sessuale e gli stessi nomi caitiani non hanno una precisa connotazione maschile o femminile e sono usati indifferentemente dal sesso.
La xenofobia e la violenza non appartengono alla società tradizionale caitiana e nella Federazione i caitiani sono promotori di iniziative pacifiche per la risoluzione della maggior parte delle contese e crisi.

La lingua Caitiana consiste in unaserie di toni emessi a bocca aperta o chiusa in una serie di risonanze che sono quanto rimane dell'eredità felina. I caitiani non fanno le fusa di compiacimento, ma usano sonorità simili per costruire parti di parole e elementi della sintassi. Questo tipo di lingua, impronunciabile quasi agli stranieri, influenza molto la pronuncia di altri linguaggi da parte del caitiano, risultando in "R" allungate e saltuariamente "S" sibilanti. Imparare il caitiano di contro presenta il problerma opposto, dovendo adattarsi alle sonorità caitiane con la normale voce la pronuncia di queste stesse lettere e delel vocali connesse risulta ancora più difficile. Fortunatamente, il traduttore universale permette ai caitiani di parlare regolarmente la propria lingua lasciando che gli altri comprendano normalmente il linguaggio standard, soluzione adottata dalla maggioranza dei caitiani. Il caitiano esiste in una forma semplificata più facile da imparare perché priva delle caratteristiche sonorità feline.

La scrittura caitiana, formatasi molto anticamente, è il risultato della scrittura sul legno con gli artigli. Si è evoluto nel tempo, anche per via della graduale scomparsa degli artigli retrattili negli ultimi millenni. Gli xenolinguisti sono tendenzialmente concordi nel ritenere il caitiano la più antica forma di scrittura senza modifiche ancora in uso.

L'allevamento dei figli
I figli dei caitiani acquisiscono il nome proprio solo al raggiungimento del secondo anno di età, prima di allora sono chiamati con soprannomi, lo scopo è quello di trovare per ciascun caitiano il nome che meglio lo rappresenta.

I nomi caitiani
I nomi caitiani sono solitamente composti da una lettera apostrofata o meno ed una o più sillabe.
Le lettere più comuni che introducono il nome sono: R, S, M, P, L, K, N, V e T.
Talvolta i caitiani possiedono un secondo nome, che antepongono a quello tradizionale, che proviene dal linguaggio semplificato caitiano.
Alcuni esempi di nomi caitiani:

C'Raal
Erovan M'Rill
Hriss
Dynkorra M'Relle
M'Tesint
M'Grash
M'Morr
M'Niri
Shiboline M'Ress
M'Toaa
M'Zeo
Ghee P'Trell
R'Miia
Rriarr
S'rrel
Sh'aow
M'Sharr
R'Reor

Addestramento e l'educazione tradizionale
I caitiani seguono percorsi di studio assimilabili a quelli della maggior parte delle culture federali, senza particolari momenti che caratterizzino diversamente il percorso.

Il corteggiamento
I caitiani si uniscono in coppie secondo il "legame" che coinvolge nono solo l'aspetto sentimentale ma anche quello biochimico. Il legame è tale che i due caitiani assumono una soprta di dipendenza dalla presenza del compagno.
I caitiani sembra possiedano una certa capacità di controllo di questo processo biochimico che li coinvolge a livello ormonale tant'è che possono normalmente relazionarsi con altri caitiani e sviluppare volontariamente il legame quando stabiliscono di aver trovato il giusto compagno. Questa dipendenza dal legame fa si che le coppie durino pressocché per sempre, a parte rari casi. La perdita di un compagno è solitamente fonte di alterazioni e squilibri caratteriali del caitiano sopravvissuto che spesso lo costringono ad isolarsi per lungo tempo prima di riuscire a reinserirsi nella società. Il legame si manifesta socialmente anche attraverso l'abitudine di indossare ciascuno un anello alla caviglia, uguali tra loro, in segno di devozione.

Matrimonio
Il matrimonio caitiano consiste nello scambio delle cavigliere difronte al rappresentante più anziano della tribù del maschio.

Abitudini
I caitiani sono poco tolleranti al freddo, ma non risentono patologicamente dello stesso sicché questa intolleranza si connota maggiormente come un aspetto caratteriale.
Cacciatori per natura i caitiani sono normalmente carnivori ma la loro fisiologia permette tranquillamente di reggere un alimentazione vegetariana o mista.

Indole
I caitiani sono normalmente pacifici e prudenti ma possono dimostrarsi ugualmente combattivi e sicuri di se quando la situazione lo richiede. Sono profondamente curiosi ed è il motivo per cui i caitiani sono particolarmente presenti nei quadranti federali, con colonie attive in diversi settori. La capacità di adattamento dei caitiani è tale che alcune antiche colonie sopravvivono tranquillamente integrate all'interno dei confini dell'impero klingon sebbene nel tempo si siano persi quasi del tutto i contatti con esse dal pianeta madre.

La religione
La religione per i caitiani ha perso molta dell'importanza passata ma molti gruppi si mantengono ancora fedeli. La divinità principale è la dea creatrice Rrikalla, colei che ha creato l'universo e che ha donato Ferasa e cio che contiene ai caitiani e che sovrintende al ciclo della vita dove tutto quello che è dato ai caitiani dev'essere poi restituito. Va posta attenzione riguardo a questa figura divina. Sebbene sia comunemente associata ad una figura femminile, come madre, nessuno scritto e nessun rito associano espressamente a Rrikalla l'aspetto femminile.

Cibi e bevande
La cucina caitiana è una cucina molto semplice, basata principalmente sull'alimentazione carnivora ed i vari modi di accompagnare la carne. I caitiani non sono un popolo molto attento alla cultura culinaria, non ne fanno segreto e non sembrano interessarsi alle prelibatezze delle altre specie. Nonostante questo i momenti a tavola sono molto importanti per i caitiani che trasferiscono in essi quanto rimane della cultura tribale più primitiva. Le famiglie caitiane quindi mangiano in grande numero in un posto solo. A bordo di installazioni federali i caitiani spesso si riuniscano allo stesso modo. Tra le pietanze conosciute:

Kanvel: un animale simile al bufalo, principale fonte di carne dagli allevamenti caitiani. In tutto e per tutto si consuma come il manzo.
Teporr: un volatile simile al tacchino.
Gherrràs: Un frutto dalla polpa dura e asciutta, assomiglia ai datteri ma più grande e tondo, crudi sono di difficile ingestione per una dentatura normale, cotti vengono preparati come una confettura molto dolce una volta tolta la buccia, altrimenti molto amara. Durante la cottura la buccia di gherras si stacca dalla polpa e rimane attaccata solo per il picciolo, infilzata su stecchi e succherata è un dolce tipico ferasiano.
Korrvan: un pane con farina di cereali a macinatura grezza, simile a gallette.
Serrrovan: letteralmente "cereale cotto", qualsiasi tipo di cereale, cotto, diventa Serrrovan.
Krrval: arbusto molto diffuso su Cait produce delle bacche rosse simili al lampone terrestre, morbide e succose. Dolci acidule le bacche sono utilizzate per ricavare un succo molto apprezzato.
V´rress: vino ricavato dalla fermentazione delle rrvoreann, frutti simili a prugne selvatiche, molto aspro. Il vino realizzato ha varianti di ogni tipo e si imbottiglia fermo o bollicine, con colorazioni a seconda delle aggiunte dal naturale ambrato al rosa intenso..


IL GOVERNO

Il governo caitiano è costruito intorno alla figura del Primo Caitiano, Leader del Governo e titolo ereditario. A cuadiuvare il lavoro del Leader ci sono il Senato (K'Tarrela) che corrisponde al senato, composto da cinquecento membri eletti tra tutti i caitiani aventi diritto al voto e la facoltà di candidarsi, e la corte di giustizia (Novirrass) formata da tredici giudici nominati a vita dal Primo Caitiano su proposta del Senato.


Fonti: Memory Alpha, http://en.memory-alpha.org - Memory Beta, http://memory-beta.wikia.com - The Worlds of the Federation di Shane Johnson, 1989 - Decipher RPG - Last Unicorn RPG - Star Trek: Star Charts di Geoffrey Mandel, 2002 - Fonti originali e Fonti sconosciute (mancano dati sufficienti all'attribuzione)
(Tutto il materiale è stato rielaborato secondo i sistema di considerazione prima del CANON -> quindi del LICENZIATARIO -> infine le AGGIUNTE DI TERZE PARTI)
Licenza Creative Commons CC-BY-NC-SA 4.0
Licenza dei Contenuti