Cultura Federale

Torna Indietro

BAJORIANI



Nome presente nel catalogo federale: Bajor (B'hava'el VII - Bajor VII)
Nome locale: Bajor
Sistema: B'hava'el
Quadrante: Alpha
Classe: M
Lune: Sei (Baraddo, Derna, Endalla, Jeraddo, Penraddo, Prodigal)
Popolazione: 3.8 miliardi
Gravità sul pianeta: 1.40 g
Diametro: x Km
Circonferenza all'equatore: x Km
Superficie totale: x Km²
Superficie terre emerse: x Km², x%
Lunghezza del giorno: 26 ore


SISTEMA STELLARE


    Bajor o B'hava'el (Stella Principale)
  • Bajor I (Classe B)
  • Bajor II (Classe B)
  • Bajor III (Classe C)
  • Bajor IV (Classe N)
  • Bajor V (Classe C)
  • Bajor VI (Classe C)
  • Bajor VII - Bajor (Classe M)
    • Bajor VIIa - Baraddo (Planetoide)
    • Bajor VIIb - Derna (Classe L)
    • Bajor VIIc - Endalla (Classe D)
    • Bajor VIId - Jeraddo (Classe G)
    • Bajor VIIe - Penraddo (Planetoide)
    • Bajor VIIf - Prodigal (Planetoide)

  • Bajor VIII - Cajara (Classe K)
  • Cintura di Denorios: Tunnel spaziale e Deep Space Nine si trovano qui.
  • Bajor IX - Andros (Classe M)
    • Bajor IXa (Planetoide)
    • Bajor IXb (Planetoide)

  • Bajor X (Classe K)
  • Bajor XI (Classe I)
  • Bajor XII - Ba'Syladon (Classe J)
    • Bajor XIIa - Syladdo (Classe I)
    • Bajor XIIb (Planetoide)
    • Bajor XIIc (Classe D)
    • Bajor XIId (Planetoide)

  • Bajor XIII (Classe J)
  • Bajor XIV (Classe J)


B'hava'el è una stella nana della sequenza principale molto calda (G2 V). Nel sistema si trovano due pianeti di classe M (Bajor e Andros) ed alcuni pianeti e satelliti colonizzati (Endalla, Cajara). Il Sistema ospita in tutto quattordici pieneti, diversi pianeti ricchi di satelliti importanti ed una moltitudine di satelliti minori intorno ai pianeti di classe I e J. Nel sistema, dopo l'ottavo pianeta, si trova la cintura di Denorios, al suo interno si è formato il termine quadrante Alpha del Tunnel bajoriano. Durante l'occupazione cardassiana nel sistema sono sorti diversi outpost della resistenza bajoriana, i più grandi e utili sono stati successivamente mutuati dalla Flotta Stellare. B'hava'el si trova sul confine federale-cardassiano nel quadrante Alpha.

Oltre ai numerosi pianeti, appartenenti a svariate classi e quasi completamente sfruttati urbanisticamente e industrialmente, nel sistema si trova la Cintura di Denorius, una fascia di asteroidi di piccole dimensioni collocata tra l'ottavo ed il nono pianeta. Si teorizza che la fascia fosse un tempo un pianeta andato distrutto milioni di anni fa ed i cui resti si sono nei secoli disposti lungo tutta l'orbita. All'interno della fascia si trovano campi di plasma caricati energeticamente che possono ostacolare i vascelli in attraversamento pertanto si è soliti aggirare la fascia ove possibile. All'interno della cintura si trova il tunnel spaziale bajoriano, in un area, oggi, sufficientemente libera dai detriti in seguito alla prima apertura del tunnel. Nei secoli le specie che hanno potuto osservare il sistema hanno osservato ventitré differenti disturbi nell'area della cintura e si ritiene che ognuno di questi fosse in qualche modo collegato al tunnel ed agli alieni che lo abitano i cosiddetti “Profeti”, ritenuti dai Bajoriani divinità buone e protettive. Cinque dei sacri cristalli di Bajor furono ritrovati nella cintura e, data la straordinaria natura dei cristalli, questi ritrovamenti, insieme all'apertura del tunnel nel 2369, hanno contribuito a rafforzare l'accostamento degli alieni del tunnel con figure divine ed il tunnel con il “Tempio Celeste”, dimora dei Profeti.

Il Tunnel bajoriano è una creazione artificiale stabile che collega il quadrante Alpha al Quadrante Gamma. Quale sia il motivo per cui gli alieni che lo abitano abbiano creato questo collegamento è sconosciuto, così come è sconosciuto per lo più un ruolo attivo dei cosiddetti Profeti nell'evoluzione culturale e tecnologica di Bajor. Il tunnel di Bajor è un esempio unico di canale artificiale per il collegamento tra i quadranti che non necessita di una struttura dedicata al suo mantenimento, come sono invece i condotti di transcurvatura dei Borg, ma di un artificio composto e stabilizzato da particelle stabili chiamate “verteroni”, capaci di auto-mantenersi ed al di fuori dei normali schemi di fluttuazione quantica. La navigazione al suo interno è possibile solo a velocità di impulso e l'attraversamento richiede poche ore. L'uso della velocità a curvatura può portare alternativamente alla distruzione del vascello come anche l'attraversamento delle barriere dimensionali.
Il Tunnel fu scoperto nel 2369 dal Comandante Benjamin Sisko e dal suo ufficiale scientifico Jadzia Dax che entrarono in contatto con gli alieni che lo abitano.
L'associazione del tunnel con il Tempio Celeste, la sua scoperta e la possibilità di attraversarlo indenni ha rinforzato la fede bajoriana nei profeti ed ha associato indissolubilmente la figura del Comandante Sisko con quella dell'Emissario, il profetizzato inviato dai Profeti ai bajoriani. Non solo queste associazioni hanno rinforzato la fede nei bajoriani ma hanno anche creato movimenti conservatori che si oppongono strenuamente all'uso del tunnel ed agli studi scientifici su di esso.
Quando il tunnel è attraversato da entrambe le estremità è possibile rilevare emissioni neutriniche e questo, insieme agli ovvi motivi strategici, ha portato alla decisione di spostare la starbase Deep Space Nine dall'orbita di Bajor in prossimità del tunnel in un area sicura.

Nel 2371 tre scienziati cardassiani e il personale di DS9 collaborarono ad un progetto di comunicazione (vedi Terza Profezia di Trà kor) tra i Quadranti Alfa e Gamma attraverso il wormhole bajoriano. Durante lo svolgimento del test alcuni frammenti di una cometa attraversarono il tunnel lasciando una scia di particelle di silithium, le quali crearono un filamento subspaziale che facilitò la propagazione delle onde-radio attraverso il tunnel stesso. Il wormhole bajoriano va incontro ad una inversione subspaziale ogni cinquanta anni. Si tratta di uno spettacolare fenomeno durante il quale il subspazio vicino al wormhole si frammenta. L'ultima inversione subspaziale ebbe luogo nel 2372. Nel 2373, allo scopo di prevenire il fortificarsi delle forze del Dominio nello spazio cardassiano, il Capitano Sisko tentò di chiudere permanentemente il wormhole usando gli emettitori di gravitoni della stazione per mandare fuori fase e far collassare la matrice spaziale del tunnel. Il piano per sigillare il tunnel fallì a causa del sabotaggio dell'equipaggiamento della stazione da parte di un Fondatore, che aveva assunto le sembianze del dottor Bashir. Come risultato la matrice spaziale del tunnel divenne ancora più stabile. Nemmeno l'esplosivo al trilitio fu in grado di distruggerlo. Sisko decise così di minare l'entrata del wormhole con mine auto-replicanti. L'apertura del wormhole è uno spettacolo meraviglioso, tanto che si è creata la superstizione di esprimere un desiderio quando lo si vede aprire.

GEOGRAFIA, CLIMA ED URBANIZZAZIONE



Bajor è caratterizzato da un grande continente centrale ed alcuni continenti insulari di piccole dimensioni. Il sottosuolo è ricco di uridium, una sostanza minerale instabile. Quando si trova al suo stadio di base, l'uridium può esplodere se sottoposto a forti cariche elettriche. Il clima è di tipo tropicale sulla maggior parte del pianeta, con periodi di tempesta durante alcune stagioni dell'anno. Ci sono anche un buon numero d'aree desertiche, molte delle quali dovute allo sfruttamento delle risorse bajoriane durante l'Occupazione, anche se la maggior parte della terra spoglia lasciata dalle attività minerarie cardassiane è stato bonificato. Un sistema esteso di acquedotti su tutta la terra emersa ne permette l'irrigazione e crea un sistema di trasporto. Il pianeta è più grande della Terra e la sua gravità è circa 1.4 gravità terrestri. Anche se la rotazione del pianeta è circa la stessa della Terra, essendo il suo diametro maggiore (tale che un punto sulla superficie traccia una linea più lunga di quanto non farebbe un punto sulla superficie terrestre durante una rotazione completa) la conseguenza è l'aumento della durata di una giornata di circa due ore (complessivamente 26 ore). L'agricoltura ha un ruolo fondamentale nello sviluppo e nella vita del pianeta. Tutto su Bajor è all'insegna della sobrietà e della semplicità.

La Capitale del pianeta è Capitol City, centro del Governo, della Religione e dell'Esercito. Qui possiamo trovare gli Archivi Centrali Bajoriani, il principale deposito di informazioni storiche su Bajor, dove sono immagazzinati tutti i documenti ufficiali, la corrispondenza tra il Governo Provvisorio e l'Assemblea dei Vedek e i dati biografici della popolazione; l'Istituto per le Scienze, dal quale dipende il Centro Scientifico bajoriano, specializzato nella ricerca scientifica in numerosi campi, compresa l'esobiologia; l'Istituto Archeologico bajoriano; l'Istituto Linguistico bajoriano; l'Edificio degli Affari Esteri e la Biblioteca bajoriana, che ospita la più grande collezione di manoscritti storici e contemporanei. Vicino alla capitale sorge anche la Prigione Kran-Tobol, il principale istituto penale bajoriano.

Su Bajor ci sono poche altre grandi città , dato che i Bajoriani preferiscono le piccole comunità alle grandi e caotiche metropoli. I luoghi più famosi di Bajor sono:

Dakeen (pr. Dakìn): Famosa per il suo grande monastero, noto ritiro religioso isolato dal resto del pianeta e privo di rapidi mezzi di comunicazione.

Paqu e Navot: Villaggi affacciati sul fiume Glyrhond. Navot si trova ad ovest di Paqu. Il fiume scorre da nord a sud, attraverso una delle aree più aspre del pianeta, definendo il confine tra i due villaggi.

Janir: (pr. Ianìr): Provincia che ospita la città omonima, nei pressi della quale ha sede il Qui'al Dam, la grande Diga del Kwillol, l'importante fiume bajoriano sulla cui riva è sorta la città . Nel 2371, dopo anni di disuso, la diga fu restaurata per provvedere in modo sicuro al bisogno d'acqua della città di Janir e delle aree circostanti. La diga viene anche menzionata nella Terza Profezia di Trà kor.

Hedrikspuhl: Questa provincia è sede di una riserva naturale costituita nel 2370.

Ilvian: Situata nel distretto nord-ovest del continente principale, all'interno della Penisola Settentrionale. È una terra agricola, con un principale e crescente raccolto di catterpod. Il catterpod è una pianta bajoriana che rappresenta un'importante risorsa alimentare per il pianeta e le sue colonie; i suoi semi sono raccolti e trasformati in varie cibarie. La città principale è Ilvia. In questa provincia hanno sede il Complesso Medico Ilvian, il più importante del distretto, e il Museo di Stato, che ospita i principali manufatti culturali dell'intera storia bajoriana, inclusi quelli restituiti (malvolentieri) dai cardassiani, tra i quali l'icona di B'Hala.

Jo'Kala: Cittadina situata in una zona agricola. Viene citata anche in un'antica fiaba bajoriana. Nella favola viene narrata la storia di tre fratelli che coltivavano il Kava, un tipo di radice commestibile originaria del pianeta. Essi riuscirono a coltivare un'immensa radice di Kava, e la portarono poi nella città di Jo'Kala per venderla. Dopo aver concluso l'affare, i tre fratelli iniziarono a discutere animatamente su come dividere il profitto. Alla fine, rendendosi conto di ciò che stava accadendo tra loro, decisero che la cosa migliore da fare sarebbe stata elargire tutto il denaro e tornare subito alla fattoria alla quale appartenevano. A Jo'Kala questa fiaba è raccontata per insegnare ai bambini che è più saggio donare ad altri e restare uniti piuttosto che dividersi per avere qualcosa a metà e, quindi, l'infelicità.

Eastern: Provincia nota per le sue bellezze naturali.

Tozhat: La provincia di Tozhat è purtroppo nota per essere stata la sede del più importante campo militare cardassiano nel periodo dell'Occupazione. Durante la Ritirata molti bambini cardassiani furono abbandonati in questi luoghi, e furono ospitati nell'orfanatrofio (il Centro di Insediamento Tozhat) creato in questa zona e responsabile per la provincia omonima. Il Centro viene aiutato dal Fondo Bajoriano per gli Orfani, gestito dai monaci di Bajor allo scopo di fornire cibo e coperte ai bambini orfani di guerra.

Jalanda: Il centro bajoriano maggiormente popolato. Ospita l'Auditorium (Jalanda Forum), il centro culturale-artistico più importante del pianeta, che comprende la prestigiosa sala dove si esibiscono abili musicisti e si suona la musica di Tor Jolan, un moderno compositore bajoriano il cui lavoro si rifà alla una scuola musicale dei maestri boldaric del XX secolo.

Lasuma: Città dove sorge un importante centro di lavorazione del grano.

Musilla: Questa zona è particolarmente bella, romantica e tranquilla, e molti bajoriani vorrebbero abitarvi. Qui scorre l'Holana, un fiume estremamente isolato che attraversa una foresta. Inoltre Musilla è sede di una delle più importanti Università del pianeta e di una Scuola di Ingegneria.

Lenar: Provincia montuosa confinante con Dahkur.

Elemspuhr: Ex centro di detenzione cardassiano, oggi chiuso.

Gallitep: Qui sorgeva un noto campo di lavoro forzato cardassiano diretto da Gul Darhe'el (noto anche come "il macellaio di Gallitep"), il quale permise che numerose inspiegabili atrocità fossero perpetrate ai danni dei cittadini di Bajor. Qui le donne venivano violentate, gli uomini torturati per il divertimento dei guardiani; vecchi, malati e bajoriani che non lavoravano più abbastanza venivano sepolti vivi. Un incidente minerario portò tutti gli abitanti e i guardiani ad una malattia cronica (l'unico caso conosciuto) chiamata Sindrome di Kalla-Nohra. Tutto questo durò fino al 2357, anno in cui il campo fu liberato dalle forze di Shakaar. Gul Darhe'el tentò di uccidere tutti i prigionieri durante la liberazione del campo di lavoro. I sopravvissuti sono considerati su Bajor degli eroi. Migliaia di corpi furono trovati in fosse comuni. Gallitep è stato chiuso per numerosi anni dopo la liberazione ed oggi è un importantissimo museo aperto non dissimile da casi simili di altri pianeti.

B'hala:
Antica città del pianeta Bajor, di cui non si conosceva neppure la posizione. E' venerata come una città santa dai bajoriani. Come molte delle antiche città bajoriane, B'hala è stato costruita intorno a una Guglia Bantaca. Le guglie Bantaca sono piatti obelischi. Misurano undici metri di altezza e sono state fatte da centinaia di pietre montate insieme. La guglia segna la posizione della città nel cosmo, e ci sono dei simboli sui lati, che rappresentano le coordinate della città. L'unica prova nota dell'esistenza di questa città era un'icona pittorica realizzata quando la città era ancora abitata e che raffigura la sua guglia. Solo due dei lati della guglia sono stati rappresentati, così è difficile decifrare la sua posizione attraverso il dipinto. Archeologi Bajoriani hanno cercato B'hala per millenni senza successo. Secondo la Terza Profezia solo qualcuno che viene "toccato dai profeti" poteva trovare le rovine della città perduta. La profezia si realizzò con l'arrivo dell'Emissario, Benjamin Sisko. Oggi B'hala e tutta la zona che la circonda è un'area protetta oggetto di studi storici e religiosi ma il suo accesso è strettamente riservato ed il permesso di entrarvi concesso solo dall'Assemblea dei Vedek che mantengono un forte controllo religioso sulle rovine.

Rakantha: Un tempo una delle aree agricole più fertili del pianeta, questa zona venne rovinata durante l'Occupazione e i suoi terreni avvelenati nel 2369 dalle truppe cardassiane che si ritiravano. Nel 2371 fu così approvato un grande progetto di bonifica delle terre per la coltivazione e l'esportazione di prodotti, che però causò l'Insurrezione delle provincie collinari. Kai Winn assegnò infatti a Rakantha degli attrezzi per la bonifica dei terreni, che erano precedentemente stati assegnati a Dahkur, allo scopo di prepararli per la semina di raccolti destinati all'esportazione. La controversia fu risolta grazie a Shakaar. Qualche tempo più tardi due terzi del raccolto di frumento di questa zona furono distrutti dalle inondazioni causate dagli effetti dell'instabilità del wormhole. Importanti prodotti alimentari di questa provincia sono il botan, il mareeka e l'erba sahlum.

Kendra: La Valle di Kendra, tristemente nota come la sede dell'omonima strage ad opera delle truppe cardassiane nel quale morirono quarantatré persone nel 2369 al seguito della quale la popolazione fu forzatamente ridotta a 1200 persone. In seguito, per effetto dell'instabilità del wormhole, fu colpita da una serie di scosse sismiche che lasciarono centinaia di senza-tetto. In questa regione scorre il fiume Yolja, vicino al quale si trova uno splendido monastero.

Provincie delle Colline:
Nome collettivo dato alla grande zona montuosa che include le province di Dahkur e Lenar. Le due province, divise dalla catena montuosa Serpents'Ridge, che ne traccia il confine, sono collegate tra di loro dal passo di Ratasha. Qui ebbe luogo, nel 2371, una rivolta armata di molti fattori, che cominciò quando il Governo minacciò di non bonificare il terreno inquinato. Durante l'insurrezione fu dichiarata la legge marziale e il governo locale fu sospeso. La rivolta terminò con l'aiuto di Shakaar, di Kira Nerys e del Colonnello Lenaris Holem. L'incidente portò all'improvviso ritiro dalle elezioni a Primo Ministro di Kai Winn, che furono allora vinte da Shakaar con un sostanziale voto di maggioranza.

Golian: Stazione climatica bajoriana.

Singha, Batal e Relliketh: Campi profughi dell'occupazione cardassiana. Oggi sono chiusi ed intorno ad essi hanno lentamente cominciato a crearsi dei villaggi con lo scopo di cancellarne le atrocità.

Penisola di Perikian: Area ricca di grotte sotterranee che formano un labirinto, usato come Quartier Generale dall'organizzazione terrorista "Il Cerchio" durante il tentato colpo di Stato del 2370.

Penisola di Trilar: In passato fu un'area con una terra molto buona per l'agricoltura, ma attualmente è un'arida zona desertica. Esistono progetti per l'irrigazione e il recupero di queste terre allo scopo di coltivare i prodotti alimentari di maggior necessità .

Penisola di Nord-Ovest: Zona agricola le cui pianure, un tempo fertili e coltivabili, furono soggette a degradazione del suolo durante l'Occupazione. Questo luogo fu proposto come sede per le colonie Skrreean, ma le proiezioni del computer portarono ad un esito negativo del progetto di immigrazione a causa delle condizioni del suolo.

Isole del Sud: Remota ma popolata regione di Bajor. La residenza di molte persone in vista è situata qui. Sono rinomate per i loro ottimi vini e sherry.

Scogliere di Undalar: Spettacolare formazione rocciosa particolarmente isolata, sede di interessanti forme di vita animali e vegetali.

Montagne di Jenitza: Catena montuosa. Area che non fu mai attentamente osservata prima del 2371, anno in cui vi furono effettuate diverse spedizioni agrobiologiche durante le quali la squadra scientifica, come risultato di numerosi mesi di studio, scoprì che ognuna delle valli interne alle montagne possedeva significative differenze nell'ecosistema.

Caverne di Fuoco: Si tratta di una formazione geologica naturale, nota attrazione turistica di Bajor, è conosciuta come dimora dei mitici spiriti esiliati, i Pah Wraiths.

Valle di Sahving: valle completamente circondata dalle montagne. Si svolse qui il famoso combattimento tra Li Nalas e Gul Zarale.

Convento di Calash:
Ritiro religioso su Bajor. Un membro dello Shakaar, Vedek Latha Mabrin, fu assassinato qui ad opera di un cardassiano, Silaran Prin, mentre si preparava per il rito dei Giorni dell'Espiazione. Questo atto fu considerato uno dei motivi scatenanti della rivolta a causa della sua efferatezza durante dei giorni così importanti.

Monastero di Kiessa: I monaci nascondevano armi e munizioni per la Resistenza durante l'Occupazione. Le forze Cardassiane lo incendiarono, distruggendolo e uccidendo diciassette monaci.

Ritiro Kahlite: Ritiro religioso che si trova all'interno di una serie di caverne su Bajor.

Monastero di Kaalesh: Monastero divenuto famoso per essere stato la dimora di Vedek Bareil, l'uomo che secondo molti avrebbe dovuto divenire il nuovo Kai ed a cui oggi stesso si rivolgono invocazioni di benedizione.

Tempio di Iponu: Importante centro religioso che ospita permanentemente al suo interno il Cristallo del Tempo.

Avamposto Haru: Luogo in cui la Resistenza attaccò violentemente i cardassiani. Molti dei partecipanti alla Resistenza attiva hanno tuttora degli incubi collegati a questo periodo.

FLORA E FAUNA

Tra la Flora si ricorda l’ Hasva, una forma di vita vegetale bajoriana con proprietà curative specifiche. Accoppiato con gli aghi di un'altra pianta, un composto di radici hasva aiuta a guarire dalle visioni causate dalla febbre. Si hanno inoltre anche l’Alvas, frutto color giallo chiaro, simile all'uva, che viene coltivato su tutto il pianeta; Basilico Spinoso, tipo di pianta aromatica e dalle proprietà medicinali nativa di Bajor; Bateret, pianta bajoriana le cui foglie vengono usate durante le cerimonie religiose e i festival. Le foglie bruciate emanano un aroma intenso e particolare. Botan, un cereale; Deka, Erba Salam, Feloran Bromeliads una pianta fiorita di cui i migliori esemplari si trovano nel giardino del Tempio di Capitol City; Katterpod, un prodotto agricolo bajoriano coltivato su Bajor (soprattutto nella regione di Ilvian) e sulla sua luna Jeraddo. Assomiglia ad un fungo terrestre, viene coltivato per le sue radici, chiamate anche fagioli, e rappresenta un'importante risorsa alimentare per Bajor e le sue colonie. I suoi semi vengono raccolti e trasformati in varie cibarie. I raccolti di Katterpod vengono tradizionalmente trattati con lo spray Clorobicrobe, che ne incrementa il rendimento; Makara, erba medicinale bajoriana tradizionalmente data alle donne incinte per mantenere il loro livello di progesterone. Ricorda le foglie di alloro Terrestri, ha un gusto sgradevole e potrebbe interferire con i sedativi; Moba, albero, dal quale si ottengono gli omonimi frutti. Questi alberi crescono allo stato selvaggio nella provincia di Kendra e a Relliketh; Takeo, erba medicinale bajoriana che, sciolta nel succo di frutta e bevuta, è utile per curare il gonfiore delle articolazioni. Molto utile per le donne Bajoriane incinte, che soffrono di gonfiore alle caviglie.
Tra la fauna invece si ricorda il barrowbug, un insetto simile agli scarafaggi terrestri che sputa veleno acido grande in media quanto un pugno umano. Poi vi è il Rastìpod, animale carnivoro dai movimenti sgraziati, il Cynoraptor, animale molto aggressivo, l’Hara cat, i Palukooo, forme di vita simili a grossi ragni. Sono commestibili e quando sono cucinati non sono neanche tanto male, il Pipistello bajoriano, mammifero alato nativo di Bajor. Questi pipistrelli mordono raramente, la Vespa delle Caverne, insetto nativo di Bajor. Quando una vespa punge una persona il suo pungiglione rimane di solito conficcato nel collo e la puntura è molto dolorosa.

STORIA

I Bajoriani sono una delle razze più antiche dell'Universo conosciuto. Questo popolo ha raggiunto l'apice della sua civilizzazione migliaia di anni prima di molte altre razze, compresi i Terrestri. Mentre questi ultimi vivevano ancora nelle caverne, i Bajoriani erano diventati grandi architetti, artigiani e filosofi, esportando la loro cultura in molti altri mondi. In questo periodo i Bajoriani erano un popolo pacifico, senza grandi problemi, con una religione unita e piuttosto presente nella vita quotidiana. Tutto questo era destinato a cambiare. Con l'arrivo dei cardassiani sul pianeta, che professavano intenzioni pacifiche di amicizia e scambio, iniziò un periodo di circa 60 anni di occupazione militare e schiavitù, anni in cui oltre 15 milioni di Bajoriani furono uccisi. Cominciò così il declino di una grande civiltà. La religione fu per questo popolo una salvezza, unendoli contro il nemico. Molto rapidamente si organizzò la Resistenza e nacquero piccole cellule di combattenti per la libertà , che avevano il compito di colpire gli oppressori. Per potersi tenere in contatto e scambiarsi informazioni queste cellule svilupparono un certo numero di semplici ma ingegnosi segnali segreti per inviare messaggi (per esempio girare un vaso in un negozio indicava il desiderio di parlare con un membro della Resistenza). Esecuzione di prigionieri Bajoriani su Terok Nor Durante questo periodo della storia bajoriana avvennero due fatti particolarmente sanguinosi. Il massacro della Valle di Kendra, dove morirono 43 combattenti della Resistenza bajoriana (tra i quali il figlio di Kai Opaka) ad opera della Milizia cardassiana. L'accampamento della Resistenza fu trovato in seguito alle rivelazioni fatte da una persona. Per molto tempo si credette trattarsi di Prylar Bek, che infatti lasciò una piena confessione scritta prima di impiccarsi sulla Passeggiata di Terok Nor. Nel 2370 però Vedek Winn insinuò il sospetto che il collaborazionista potessa essere Vedek Bareil e che Prylar Bek fungesse solo da messaggero. In realtà fu Kai Opaka ad informare i cardassiani, sacrificando 43 persone per salvarne 1200. Nel 2357 ci fu invece la liberazione del campo di lavoro forzato di Gallitep, dove persero la vita migliaia di Bajoriani. Gul Darhe'el, detto anche il "macellaio di Gallitep", tentò di uccidere tutti i prigionieri del campo durante la liberazione attuata ad opera dello Shakaar. Kira e Shakaar Questa cellula, che prese il nome dal leader del gruppo, Shakaar Edon, rimase attiva fino alla fine ed ebbe nei suoi ranghi il futuro Maggiore Kira Nerys. Tra le altre cellule le principali furono l'Higa Mentar, che riuniva alcuni degli scienziati Bajoriani più autorevoli, tra i quali Dekon Elig e Surmak Ren, e la Ornathia, guidata da Lenaris Holem, Lenaris Holem attualmente Colonnello della Milizia bajoriana, nota per essere responsabile del primo raid off-world contro i cardassiani su Pullock V. Un gruppo terrorista estremista chiamato Khon-Ma (che si opponeva alle influenze esterne negli affari Bajoriani, compreso l'aiuto della Federazione; che rivendicò l'assassinio del Primo Ministro bajoriano nel 2369 e un membro del quale, Tahna Los, Tahna Los fu catturato dal personale della Federazione mentre tentava di far collassare la bocca del wormhole) continuò ad attaccare violentemente i cardassiani (e i Bajoriani sospettati di collaborazionismo) ben oltre la loro ritirata. Questa venne dipinta come una decisione dei capi civili cardassiani, decisione che i militari contestavano. In realtà , oltre alle pressioni diplomatiche esercitate dalla Federazione, incise molto il fatto che la maggior parte delle ricchezze minerarie di Bajor era già stata depredata. I Bajoriani sanno comunque che la decisione fu forzata anche grazie ai costanti attacchi delle loro sette al personale e all'equipaggiamento cardassiano.
Acquedotto bajoriano Andandosene, i cardassiani inquinarono i pozzi, danneggiarono l'Acquedotto (l'Enterprise-D attraccò a DS9 in data stellare 46578.4 per aiutare Bajor nella ricostruzione) e distrussero le case e i templi sacri.
Questa è l'eredità che Cardassia ha lasciato su Bajor.
I Bajoriani si divisero in fazioni ed iniziarono a litigare su chi sarebbe dovuto essere a capo di Bajor libero. Venne formato un Governo Provvisorio, il quale chiese aiuto ed assistenza alla Federazione, offrendole come base la vecchia stazione mineraria orbitante cardassiana Terok Nor, ribattezzata Deep Space Nine dalla Federazione, ed al Comandante Benjamin Sisko, inviato a comandarla.
Nel 2369, come Emissario profetizzato, egli fu fondamentale nella scoperta del Tunnel Spaziale (più correttamente chiamato il Tempio Celeste dei Profeti, abitazione delle divinità dei Bajoriani), primo wormhole stabile verso il quadrante Gamma situato nei pressi della cintura di asteroidi di Denorios, una regione di spazio da sempre evitata dalle navi. Il compito del Comandante Sisko fu di proteggere Bajor e il Tunnel Spaziale dalle azioni continue dei cardassiani, oltre a preparare Bajor alla futura unione con la Federazione. L'utilizzo del Tunnel Spaziale fu ridotto a seguito del primo contatto con il Dominion, che controlla vaste aree del Quadrante Gamma. Il pericolo di attacchi da parte delle forze speciali del Dominion, i Jem'hadar, ridusse il commercio nella regione per diversi anni.
Sempre nel 2369 venne firmato un trattato rivoluzionario con il Comando Centrale di Cardassia, in base al quale i cardassiani rinunciavano a qualsiasi proprietà da loro conquistata sul territorio bajoriano. Altri documenti importanti di questo periodo furono il Proclama di Ilvian, un decreto nel quale si ordinava che tutti i Bajoriani collaborazionisti venissero esiliati a vita da Bajor (la lista dei nomi comprendeva anche tutti i membri del Governo-marionetta bajoriano in carica durante l'Occupazione) e la Suprema Direttiva 26/45, che sancì la ritirata del Governatore cardassiano su Bajor e il rilascio di tutti i prigionieri di guerra.
Nello stesso anno Kai Opaka moriva.
Simbolo del CerchioNel 2370 l'Alleanza per l'Unità Globale (o Cerchio), una fazione di Bajoriani estremisti-isolazionisti ben organizzata e altrettanto bene armata, con l'appoggio di altri Ordini radicali e, segretamente, del Ministro conservatore Jaro Essa (che aveva a sua volta l'appoggio di Vedek Winn), cercò di prendere il controllo del Governo Provvisorio allora in carica mediante un colpo di Stato e l'occupazione contemporanea di DS9, con una spedizione guidata dal Generale Krim e dal Colonnello Day Kannu. Il tentativo fallì quando Kira e Dax riferirono alla Camera dei Ministri che il Cerchio veniva segretamente rifornito di armi dai cardassiani, che avrebbero in seguito tratto vantaggio dalla rottura dei rapporti tra Bajor e la Federazione. Il Cerchio non era però al corrente che dietro al rifornimento di armi c'erano i cardassiani, dato che le armi arrivavano tramite degli intermediari, i Kressari. Li NalasNeppure il leader del Cerchio, il Ministro Jaro Essa, era al corrente di questo fatto. Quando il Generale Krim fu informato da Sisko del coinvolgimento dei cardassiani nel colpo di Stato, decise di restituire il controllo della Stazione alla Flotta Stellare. Il Colonnello Day, ribellandosi alla decisione del Generale, tentò di uccidere il Comandante Sisko, ma Li Nalas gli fece da scudo col proprio corpo, perdendo così la vita.
Nel tardo 2370 si svolsero le votazioni per l'elezione del nuovo Kai. Tra i principali candidati in lizza c'erano Vedek Bareil, Vedek Winn e Vedek Tolena.
Nel 2371, poco dopo l'elezione di Kai Winn, fu firmato dalla Kai e dal Delegato Turrel un trattato, noto come Trattato Bareil, tra Bajor e Cardassia, in cui si stabiliva definitivamente la pace tra i due pianeti, includendo lo scambio di Ambasciatori, le scuse formali al popolo di Bajor, la restituzione dei Cristalli e il pagamento delle riparazioni dei danni provocati durante l'occupazione e la ritirata.
Venne definito anche un Trattato di Estradizione, che riguardava la possibilità di processare i criminali direttamente sul pianeta che aveva visto i loro crimini, ma Cardassia si rifiutò in seguito di firmare questo trattato con Bajor.
Sempre nel 2371 morì improvvisamente per un attacco cardiaco il Primo Ministro Kalem Apren. Dopo la sua morte Kai Winn ne assorbì temporaneamente i poteri, ma a causa del suo operato iniziò un'insurrezione civile nella provincia di Dahkur. Il motivo fu l'ordine di confisca da parte di Kai Winn di alcuni attrezzi per la bonifica del suolo, che il Ministero per l'Agricoltura aveva assegnato per sei mesi alla provincia di Dahkur e che Kai Winn voleva ricollocare nella provincia di Rakantha. I bonificatori servivano alla provincia di Dahkur, il cui terreno era stato avvelenato dai cardassiani durante la Ritirata, mentre Winn voleva favorire la provincia di Rakantha che avrebbe così potuto coltivare i prodotti destinati all'esportazione. Il leader della cellula di resistenza Shakaar aiutò a risolvere la situazione. Alle elezioni successive Shakaar venne eletto nuovo Primo Ministro.
Benchè il Primo Ministro Shakaar fosse favorevole ad una veloce annessione di Bajor alla Federazione già nel 2372, attualmente questo non è ancora accaduto. Atti di violenza tra gruppi estremisti causarono un ripensamento su questa politica e, quando fu tempo di decidere, la conclusione fu che l'interesse di Bajor sarebbe stato meglio servito non diventando membro della Federazione. Comunque da quel momento Bajor ebbe un potere maggiore negli affari interplanetari e così il Governo decise che un Alleanza con la Federazione poteva portare ugualmente molti dei benefici propri dei suoi membri, senza comportare la perdita della sovranità .
Nel 2373 Sisko, come profetizzato, scoprì su Bajor B'Hala, la leggendaria antica città perduta e iniziò ad avere delle visioni. Nello stesso periodo Bajor fu accettata come membro della Federazione. Mentre la cerimonia di sottoscrizione stava svolgendosi a bordo di Deep Space Nine Sisko, dopo una visione, la interruppe, dicendo che era troppo presto e che Bajor sarebbe stata distrutta. Dopo questo intervento, la Camera dei Ministri decise di ritardare l'annessione alla Federazione per un periodo di tempo indefinito, cosa che le permise in seguito di poter firmare un patto di non-aggressione con il Dominio.
La minaccia dei Jem'Hadar e del Dominio diviene sempre più forte, i Fondatori stessi rivelano che ormai mutaforma con sembianze umane sono infiltrati ovunque nel Quadrante Alfa.
Nel frattempo su DS9, per impedire a migliaia di navi Jem'Hadar di passare dal tunnel spaziale, Sisko decise di farne esplodere l'entrata, ma un falso Julian Bashir sabotò il piano e si diresse con una bomba verso il sole di Bajor. Fortunatamente venne scoperto in tempo per evitare l'esplosione, che avrebbe distrutto l'intero sistema bajoriano. La flotta del Dominio però non si diresse su DS9 ma su Cardassia, con la quale il Dominio si era nel frattempo alleato.
Weyoun offrì a Bajor un patto di non-aggressione, così come fece con Toliani e Romulani, e si incontrò su Deep Space Nine con Kai Winn per discuterne. Sisko inizialmente consigliò alla Kai di prendere tempo, poi di accettare il patto di non-belligeranza. Tutto il personale civile lasciò Deep Space Nine.
Sisko procedette alla preparazione del campo minato con mine autoreplicanti e occultate, ma i cardassiani e i Jem'Hadar se ne accorsero e si prepararono a riconquistare Deep Space Nine per far saltare le mine. Sisko attivò le mine e ordinò l'evacuazione da Deep Space Nine del personale Federale e non-bajoriano.
Kira e Odo, rimasti sulla stazione, diedero il benvenuto su DS9 a Dukat e Weyoun a nome del Governo bajoriano. Deep Space Nine tornò a chiamarsi Terok Nor.
Odo, facendo valere la sua posizione di Fondatore, ottenne il ritorno della milizia bajoriana, ben armata, sulla stazione.
E' il 2374, Vedek Yassim si suicida in segno di protesta
Kira, che aspettava che Sisko e la Federazione riconquistassero la stazione, dopo il pubblico suicidio di Vedek Yassim decise di attivarsi in prima persona contro il Dominio e i cardassiani, e creò una sorta di cellula di Resistenza.
Vedek Yassim Dopo diversi mesi, Sisko riconquistò la stazione. L'Emissario guidò una flotta di circa 600 navi stellari e si scontrò con un'altrettanto grande flotta nemica a pochi anni-luce dal sistema bajoriano. Il provvidenziale arrivo di alcune navi Klingon permise alla Defiant di raggiungere Deep Space Nine giusto in tempo per vedere l'esplosione del campo minato alla bocca del Wormhole.
Entrato nel Wormhole, Sisko contattò i Profeti e la sua forza di volontà fu tale che essi fecero sparire le 2800 navi della flotta del Dominio, che conseguentemente abbandonò la stazione.
Nello stesso anno, a causa della distruzione del Cristallo della Contemplazione, ad opera degli spiriti Pah-Wraiths, il Tempio Celeste si chiuse, e gli altri Cristalli si spensero. L'Emissario riuscì a porre rimedio a questa situazione quando, nel 2375, trovò il Cristallo dell'Emissario.
Nello stesso anno il Dominio, sconfitto, firmò un trattato di pace.I Pah-Wraiths, spacciandosi per Profeti, per mezzo di una falsa visione contattarono Kai Winn, dicendole che avrebbero inviato una "guida". Poco tempo dopo Dukat, alterato geneticamente per sembrare un bajoriano, Dukat/Anjohl Tanonsi presentò su DS9. Winn lo accolse come la guida profetizzata. Dukat, senza rivelare la sua vera identità , iniziò ad influenzarla, fino a farle ripudiare i Profeti come dèi di Bajor e a farle giurare di eliminarli assieme al loro Emissario.
Solbor Spinta da "Anjohl", secondo il quale la ricostruzione di Bajor poteva iniziare solo liberando i Pah-Wraiths dalle Caverne di Fuoco, loro prigione, Winn cominciò a studiare il "Testo Proibito di Kosst'Amojan", per scoprire il modo per liberarli, ma le pagine erano bianche. Quando il suo assistente Solbor riconobbe in Anjohl Gul Dukat, e realizzò che Winn aveva tradito i Profeti, Winn lo uccise. Il sangue di Solbor rese visibile il testo del libro proibito. Winn iniziò a leggere.
Anche Dukat tentò in segreto di leggere il Testo da solo, per vedere se poteva liberare i Pah-Wraiths senza l'aiuto di Kai Winn, ma fu colpito e reso temporaneamente cieco da un fascio di energia proveniente dal libro.
Kai Winn chiese poi a Dukat di assisterlo durante l'incontro con i Pah-Wraiths e Dukat giurò di distruggere Sisko. Entrambi si recarono nelle Caverne di Fuoco, portando anche il Testo Proibito, e iniziarono a cercare i Pah-Wraiths. Qui Kai Winn diede inizio alla cerimonia e invitò Dukat a bere una coppa di vino. Ma il vino era avvelenato e Dukat morì: Winn lo aveva sacrificato ai Pah-Wraiths. Poi cominciò a cantilenare un incantesimo per chiamare gli spiriti. Dukat allora tornò alla vita, ma come Pah-Wraith. Sisko giunse alle Caverne di Fuoco, dopo aver avuto una visione dai Profeti, e affrontò Dukat. Anche Winn cercò di fermare Dukat, ma venne uccisa. Sisko e Dukat lottarono e precipitarono nel fuoco insieme al Testo Proibito di Kosst'Amojan, che fu così distrutto. Allora sua madre Sarah gli apparve, dicendogli che aveva vinto, perchè il libro era la chiave per la prigionia eterna dei Pah-Wraiths, e con la sua distruzione gli spiriti sarebbero stati imprigionati nelle Caverne per sempre. Infine, gli disse che ora era divenuto uno di loro, un Profeta.
Nel 2375, dopo un veloce procedimento, Bajor è entrato ufficialmente a far parte della Federazione.

I BAJORIANI


Classe: Mammalia
Ordine: Primati
Specie: Bajorana
Altezza media: 150 / 200 cm
Peso medio: 60 / 100 kg
Aspettativa di vita media: 100 anni.


I Bajoriani somigliano molto agli esseri umani ma si distinguono da essi per una serie di 4-7 pieghe orizzontali sul naso. I Bajoriani sono caratterizzati da varianti dalla pelle chiare e scure, anche se i Bajoriani dalla pelle scura sembrano essere una piccola minoranza. Il cuore bajoriano si specchia lungo un asse orizzontale, a differenza del cuore umano, che si riflette lungo un asse verticale. Una puntura nel ventricolo inferiore del cuore causerebbe la morte istantanea.



CULTURA E SOCIETA'
La società bajoriana è tradizionalmente matriarcale, e da ciò deriva l'uso per un uomo che si sposi
d'assumere il nome di famiglia della consorte, anche se alcuni maschi che ricoprono importanti cariche preferiscono mantenere il proprio.
L'orecchino è forse il simbolo più importante per i Bajoriani: ogni individuo, uomo o donna, ne indossa uno particolare per testimoniare la propria fede nel Pagh. La complessità della decorazione varia secondo lo status socio-religioso: gli ornamenti più appariscenti sono riservati a Vedek e altre personalità religiose, mentre ai militari sono destinati i più semplici. Spesso tramandati attraverso generazioni, gli orecchini sono generalmente ottenuti dal biritio lavorato con diamide. Esso non sono comunque l'unico oggetto di particolare significato su Bajor: il Deranya, una candela sospesa da quattro catene, è una lampada cerimoniale usata per ricordare la scomparsa di qualcuno. L'estremo saluto ad un congiunto o ad un amico comprende anche la recita del Lamento presso il Deranya acceso; simile al Lamento è il Canto Funebre, consistente in quattro brevi versi ripetuti continuamente per più di tre ore; ciò richiama alcuni lamenti funebri terrestri, in uso soprattutto tra i Musulmani. I Bajoriani ritengono che i corpi dei defunti non siano altro che contenitori vuoti, e come tali non meritinograndi cure: vengono semplicemente sepolti in circolo. Una particolare ma significativa caratteristica, che tuttavia appartiene ormai al passato della società bajoriana, sono le D'Jarra, uno stretto sistema di caste vigenti fino al novantaduesimo secolo secondo il calendario bajoriano, cioè fino a poche decine d'anni fa. Ciascuno nasceva in una casta D'Jarra a seconda dello status della famiglia, e ciò determinava il suo mestiere e tutta la sua vita; infrangere la legge delle caste abbandonando la propria era un reato punibile con l'esilio o addirittura con la morte nei casi ritenuti più gravi. Gli appartenenti alle caste più basse – come quella degli impuri, la più bassa, i cui componenti preparavano i morti per la sepoltura – erano tenuti a rispettare gli appartenenti alla casta superiori. Le D'Jarra furono abbandonate all'inizio dell'Occupazione cardassiana per permettere a tutti di combattere, e il breve tentativo di ristabilirle effettuato da Akorem Laan nel 2362 fallì.

Riproduzione e Nascita

Le donne bajoriane hanno una gestazione di cinque mesi, formando una fitta rete di vasi sanguigni tra la madre e il feto. Durante la gravidanza, le donne erano spesso colpite da attacchi di starnuti incontrollabile. La tradizionale cerimonia di nascita bajoriana è frequentata dalla famiglia della donna e da una levatrice. L'obiettivo del rituale è quello di indurre il rilassamento totale attraverso una combinazione di esercizi di respirazione, musica a percussione ritmica e l'incenso, che permette alla donna di partorire senza dolore. Tuttavia, la nascita deve avvenire in un certo periodo di tempo, o il livello di endorfine all'interno del sistema della madre costruirà a livelli tossici. Quando il bambino nasce viene salutato con le seguenti parole: ". Bambino sveglio, ti aspettiamo con amore e benvenuto nel mondo".

I nomi bajoriani

Secondo l'usanza bajoriana, viene prima il cognome e poi il nome proprio, il quale non è utilizzato in pubblico, ma solamente tra persone molto amiche tra loro o legate da un profondo affetto. Per esempio, il nome di battesimo di Kira Nerys è Nerys, mentre il suo cognome è Kira. Come nomi maschili abbiamo Ren, Elig, Pol, Nalas, , come nomi femminili abbiamo Laren, Nerys, Jaxa, Sul, ed alcuni cognomi sono Day, Jaro, Krim, Li, Hovath, Mora, Neela, Ro, Sito.

La religione

I Bajoriani sono un popolo molto religioso con la loro fede, che ruota intorno alle entità dimensionali che occupano il Tempio Celeste. La razza aliena era considerata divinità dalla gente di Bajor che ritiene che essa abbia vegliato su di loro, così come gli abbia comunicato profezie che sono stati determinate attraverso le comete e le otto lacrime misteriose dei Profeti. Gli scienziati avrebbe affermato che i profeti erano entità aliene che risiedevano all'interno di un wormhole, tuttavia, l’ approccio scientifico ha poco effetto sulla maggior parte delle società Bajorana. La maggior parte dei Bajoriani crede di possedere una forza vitale conosciuto come Pagh. Il pagh di coloro che si allontanano dai Profeti e vivono una vita egoista diventa oscuro e corrotto. Alcuni gruppi marginali cominciarono a definirsi come l'Ohalavaru, questi non credevano che i profeti fossero dèi, ma che in realtà gli alieni servissero come insegnanti. Questo gruppo è stato considerato eretico dalla maggior parte dei credenti ortodossi Bajoriani. Altri gruppi e culti eretici erano quelli dei Pah-wraith che erano considerati seguaci di divinità malvagie che avrebbero distrutto Bajor. Questi stessi seguaci sono stati divisi nel loro culto tra i Pah-wraiths di Jalbador e i Pah-wraith delle Grotte Fuoco. Queste coalizioni si formarono dopo l'occupazione cardassiana di Bajor da Bajoraniche credevano che i profeti li avevano abbandonati e fossero rimasti a guardare mentre Bajor veniva devastato. I membri del Culto abbracciano l'idea che i Pah-wraith avrebbero portato la restaurazione di Bajor. Essi si sono identificati indossando orecchini rossi e bracciali rossi. Il leader spirituale di Bajor è stato chiamato il Kai. Il primo uomo a volare attraverso il tunnel è stato il Comandante Benjamin Sisko ed ha incontrato gli alieni che la cultura bajoriana ritiene essere Profeti. Hanno parlato con lui con aria enigmatica tanto da sembrare saggi e persino profetici. Quando il Bajoriani conobbero l’esperienza di Sisko, lo hanno identificato come Emissario della loro religione. I Profeti hanno continuato a parlare con Sisko e lo guidarono nella Guerra del Dominio. Nel 2369 Vedek Winn accusò Keiko O'Brien di blasfemia a causa del suo modo di insegnare la conoscenza scientifica ai suoi studenti nella sua scuola a bordo di Deep Space 9, considerata come la "porta" al Tempio Celeste. La carità, l'umiltà e la fede sono stati visti come le chiavi per l'illuminazione nella fede bajoriana. Nel corso dei secoli, si è sviluppato un sistema stratificato tale da consentire l’organizzazione religiosa. Anche se l'Emissario aveva la precedenza sopra tutti gli altri, il Kai è stato il leader spirituale di Bajor. La posizione del Kai può essere paragonata a quella del papa nel cattolicesimo. Come il Kai, il Papa è eletto tra i ranghi alti del clero, ed i membri di entrambe le religioni sono tenute a seguire la guida spirituale del leader. A differenza del cattolicesimo, il Kai potrebbe essere sposati e avere figli. Il luogo di culto dei Bajoriani è il tempio (chiamato anche un santuario bajoriano). Non mancano comunque le occasioni quotidiane per un bajoriano di dimostrare la propria fede: sono
diffusissime le preghiere giornaliere, mute o parlate, tra cui spicca il Rituale del Pasto, in cui i fedeli recitano
ad occhi chiusi, le mani in alto, i palmi rivolti in avanti, un silenzioso ringraziamento ai Profeti per il cibo.
La meditazione personale si svolge in casa propria presso piccoli angolo di raccoglimento consistenti in una
placca tonda con il simbolo dei Profeti attorniata da candele. Un elemento fondamentale della religione bajoriana sono le sue numerose profezie: predire degli eventi futuri che di solito sono il risultato di incontri con Orbs. Altre profezie sono venute da un apparente contatto diretto con Profeti Bajoriani. Molte profezie sono stati trascritti nei testi antichi Bajoriani anche se sono estremamente complesse e di difficile comprensione, molte delle profezie hanno una certa possibilità di avverarsi.

La religione: I Profeti

Un Profeta Simbolo dei Profeti Figure centrali della fede bajoriana, i Profeti sono le entità trascendentali incorporee che si occupano dello spirito e che, secondo il credo bajoriano, abitano nel wormhole, il Tempio Celeste, loro casa eterna. Come profetizzato, essi furono contattati dall'Emissario, il Capitano Benjamin Sisko, che scoprì il Tempio Celeste all'interno della Cintura di Denorios, nel 2369. Essi vivono al di fuori del normale continuum spazio/tempo. Prima che Sisko li contattasse, essi non comprendevano il concetto di tempo lineare, cioè passato, presente e futuro; esistendo al di là del tempo lineare, i Profeti conoscono gli avvenimenti passati e quelli futuri. Essendo incorporei, i Profeti si sono manifestati prendendo le sembianze della prima forma di vita con la quale sono entrati in contatto, l'essere umano. Il loro unico altro contatto è stato con il Grande Nagus Zek e Quark, dell'Alleanza Ferengi.
Tempio Celeste: Tempio Celeste I riferimenti storici al Tempio Celeste risalgono per millenni. Tra gli altri è degno di nota il racconto di Kai Tà luno, leader religioso del 22mo secolo che per primo scoprì (inconsapevolmente) il wormhole bajoriano. La nave che lo trasportava venne danneggiata nei pressi della Cintura di Denorios. Egli narrò che improvvisamente il cielo si aprì sopra di lui e quasi lo inghiottì con la sua nave.
Dopo il contatto con Sisko i Profeti permisero il passaggio delle navi verso il Quadrante Gamma attraverso il Tunnel Spaziale. I Bajoriani credono che siano i Profeti stessi a guidare le navi attraverso il wormhole e a permettere che esse escano indenni dalla parte opposta del passaggio. Per questo motivo alcuni leader religiosi conservatori si oppongono fortemente all'insegnamento dei concetti scientifici sul funzionamento del wormhole.

La religione: Il Pagh

I Bajoriani traggono coraggio dalla propria vita spirituale. Essi credono che il Pagh sia una forza vitale, propria di tutti gli esseri senzienti, Lettura del Paghdalla quale trarre energia, e che siano i Profeti a determinare, completare e rifornire questa energia dal Tempio Celeste. Le alte figure religiose, compresi Kai e Vedek, sono creduti capaci di percepire il Pagh di una persona. La tecnica per trarre auspici dal Pagh è un rituale antico che viene ancora eseguito da molti Vedek, anche se non tanti quanto prima, poichè la pratica è in effetti diventata piuttosto antica e fuori moda, e molti Vedek di alto rango, incluso Vedek Bareil, non praticano più il rituale. La procedura prevede che il Vedek prenda la persona per l'orecchio, considerato l'alloggio della forza vitale, captando così il Pagh interno, dando profezie sulla persona e su possibili eventi futuri.

La religione: I Cristalli o Le Lacrime dei Profeti

Nel corso degli ultimi 10.000 anni, nove Cristalli apparvero nei cieli sopra Bajor, cinque dei quali nella Cintura di Denorios. Nel 2375 venne ritrovato sul pianeta Tyree il decimo Cristallo, il Cristallo dell'Emissario. La religione bajoriana, che fu profondamente influenzata da questo avvenimento, racconta che questi Cristalli furono inviati dai Profeti attraverso il Tempio Celeste per provvedere al popolo Bajorano con la loro saggezza. Dopo la ritirata delle Forze di Occupazione Cardassiane solo un Cristallo, il Nono, rimase su Bajor. Gli altri furono portati su Cardassia per essere studiati.
I Cristalli, che sono dispositivi di energia a forma di clessidra,Sacro Cristallo possono mostrare alla persona che li guarda momenti del suo passato, o indurre delle visioni che possono durare alcuni minuti, oppure ore o giorni di tempo effettivo. Queste visioni talvolta possono essere ambigue e la loro giusta interpretazione Teca del Cristallo non sempre è rivelata fino al momento in cui l'evento si verifica nella realtà . In alcuni casi, differenti interpretazioni di ciò che era stato visto hanno portato a conflitti tra i Vedek, come nel caso di Bareil e dell'ottava Profezia.
I Cristalli, comunemente chiamati anche Lacrime dei Profeti, vengono custoditi ognuno all'interno di una teca ornata con gioielli, chiamata arca, in vari monasteri su Bajor. Quando il Cristallo entra nel Tempio a cui è destinato viene allestita una cerimonia.
Una volta era consuetudine che l'Assemblea dei Vedek venisse consultata e autorizzasse ogni incontro con i Cristalli, ma nel tempo questa formalità è stata accantonata.
Ogni Cristallo racchiude in sè stesso una particolare, unica proprietà .

Attualmente si trovano alcuni cristalli su Bajor:

Cristallo di Profezia e Cambiamento.
Energia blu. Terzo Cristallo, mostra a chi lo osserva una proiezione surreale del futuro, mettendolo a dura prova. Esso esiste da almeno 3000 anni, da quando cioè Trakor lo utilizzò e fece le sue profezie. Questo Cristallo è considerato molto potente e "incontrarlo" risulta faticoso persino per una persona in perfetta salute. Attualmente viene conservato nel principale monastero di Bajor, ma si trovava su DS9 quando il Bareil dell'universo-specchio vi giunse con l'intento di portarlo via con sè nel suo universo. Alla fine, però, dopo aver "incontrato" il Cristallo, egli rinunciò al suo intento.

Cristallo della Saggezza.
Energia rosa. Questo Cristallo potenzia l'acume. Nel 2371 il Grande Nagus Ferengi Zek lo ottenne su Cardassia III e lo portò dentro il wormhole, usandolo per contattare i Profeti. Poco tempo più tardi Quark fece la medesima cosa. In seguito Zek fu sul punto di donarlo al popolo bajoriano, ma alla fine decise di venderglielo.

Cristallo del Tempo.
Energia viola. Questo Cristallo fu restituito nel 2373 dal governo cardassiano come gesto di pace. Permette di viaggiare nel tempo. Viene conservato nel tempio di Iponu, su Bajor. Kira lo consultò per conoscere la verità sul destino di sua madre.

Cristallo della Contemplazione.
Energia bianco/blu. Questo Cristallo venne distrutto all'interno del Tempio su DS9 da un Pah-Wraith impossessatosi del corpo di Gul Dukat. Subito tutti i Cristalli si spensero e il Pah-Wraith si diresse al Tempio Celeste, entrandovi e causandone la chiusura.

Cristallo dell'Emissario (Decimo Cristallo).
Energia bianca. L'esistenza di questo Cristallo era sconosciuta ai Bajoriani, dato che i Testi Sacri non riportavano nulla al riguardo, ma Sisko, guidato da una visione dei Profeti e da un antico testo bajoriano, lo ritrovò su Tyree. Il Cristallo conteneva un Profeta imprigionato, che appena libero si diresse al Tempio Celeste, riaprendolo e scacciando il Pah-Wraith che vi si trovava.
Cristallo della Memoria (Nono Cristallo) - energia verde. Questo Cristallo fa rivivere chiaramente a chi lo osserva lontane memorie. Unico Cristallo rimasto nelle mani dei Bajoriani durante l'Occupazione. Viene conservato nel monastero di Capitol City.

Alcuni cristalli sono andati perduti o distrutti e mancano ormai da Bajor da lungo tempo, sono quattro e si tratta de:

il Cristallo del Destino;
il Cristallo della Verità ;
il Cristallo delle Anime;
il Cristallo dell'Unità.



La religione: L'Emissario

Nel credo bajoriano il titolo di Emissario veniva riservato a colui che avrebbe scoperto il Tempio Celeste e parlato con i Profeti, colui che sarebbe divenuto il salvatore di Bajor e che avrebbe preparato il popolo bajoriano al futuro che l'attendeva. Gli antichi testi dicono che l'Emissario sarà qualcuno chiamato dai Profeti, che troverà il Tempio Celeste e al quale i Profeti restituiranno la vita. Kai Opaka identificò l'Emissario lungamente atteso nel Comandante Benjamin Sisko, che effettivamente compì il proprio destino individuando il wormhole. Molti Bajoriani, compresa Kira, credono che Sisko sia l'Emissario; alcuni si rivolgono a lui con questo titolo. Molti altri, tra i quali Kai Winn, faticano ad accettare un terrestre come un'icona vivente. Akorem Laan Sisko stesso accettò questo status solo dopo molte conferme. Ci sono centinaia di profezie che riguardano l'Emissario, alcune delle quali si sono avverate dopo l'arrivo di Sisko. La sua posizione di Emissario fu messa in discussione dall'arrivo di Akorem Laan, che risultò poi essere stato inviato dai Profeti stessi per dare maggiore credito a Sisko. Ancora più tardi l'Emissario rafforzò il proprio titolo trovando B'Hala, la città perduta, cosa che solamente il vero Emissario affiancato dai Profeti avrebbe potuto compiere. Ma fu solo dopo il ritrovamento del Cristallo dell'Emissario e la successiva liberazione del Profeta imprigionato all'interno che Sisko ebbe la conferma di essere effettivamente l'Emissario profetizzato, e che il suo destino come Emissario si era compiuto.

La religione: Le Profezie

Nei secoli molti religiosi e intellettuali Incontro con un Sacro Cristallo scrissero messaggi profetici a seguito di una serie di visioni o di contatti con i Cristalli. I Profeti infatti, vivendo al di là del tempo lineare, mostravano attraverso i Cristalli il futuro che essi già conoscevano. Le profezie in questo modo descrivevano dettagliatamente eventi che si sono in seguito verificati o che si devono ancora verificare. Scritte in linguaggio antico e tradotte numerose volte, le profezie restano aperte a numerose interpretazioni, essendo per la maggior parte di natura metaforica.
Ogni volta che una Profezia si avvera, la religione bajoriana ne esce rafforzata.
Le scritture religiose sono raccolte nei Testi Sacri, che contengono anche le perle della filosofia dei Profeti, come ad esempio l'amore incondizionato che i Profeti promettono senza aspettarsi nulla in cambio, e il fatto che il tempo è solo un'illusione. A seguire le più note:

Pagh'tem'far
Termine che indica le sacre visioni concesse ad alcune persone dai Profeti. Consistono generalmente in immagini dettagliate di eventi passati o futuri.

Prima profezia di Sisko
Durante la ricerca di B'Hala, l'Emissario ebbe numerose visioni collegate ad eventi futuri. In una di queste visioni egli si trovava nella città di B'Hala, interamente ricostruita, e mentre la popolazione celebrava un rito per le strade nel cielo apparve uno sciame di locuste con la testa rivolta verso Cardassia. Nello stesso anno Cardassia si alleò con il Dominion, e dal Wormhole uscirono molte navi Jem'Hadar che si diressero verso Cardassia.

Settima Profezia di Horran
"Egli arriverà nel palazzo, privo di malizia, portando un calice colmo di dolce vino primaverile." Non è chiaro a che cosa esattamente la profezia si riferisce.
La Quinta Profezia di Shabren
Estratto: "Bajor rinascerà."
Questa profezia, scritto da Shabren, si riferisce al Giudizio, una battaglia epica tra un profeta e Kosst Amojan, un Pah-wraith. Secondo la profezia, se Kosst Amojan sarà distrutto, si aprirà un’epoca d’oro per Bajor: mille anni di pace in cui i Profeti e le persone saranno una cosa sola. Tuttavia, la profezia non prevede chi uscirà vittorioso nella battaglia. La profezia risale al 2374 con la scoperta di una tavoletta di pietra antica.

Profezia della fine dei giorni di Talnot
Estratto: "E la terra è avvelenata da un grande male... Il veleno deve essere allontanato in modo che la terra possa rinascere"
Questa profezia può fare riferimento alla vittoria finale dei Profeti negli sui Pah-waiths, in cui l'Emissario dei Profeti distruggerà il libro della Amojan Kosst e sigillerà i Pah-wraith nelle Grotte di fuoco per tutta l'eternità.

Terza Profezia di Trakor
“Quando il fiume si sveglierà
scorrendo di nuovo vicino a Janir
Tre vipere torneranno al loro nido nel cielo.
Quando le vipere proveranno a varcare le porte del Tempio
Nel cielo apparirà una sciabola di stelle
Il Tempio prenderà fuoco e le porte rimarranno aperte.”
Sebbene queste parole siano state tradotte continuamente nel corso dei secoli, è comunemente accettato che la Terza Profezia sia già avvenuta, benché alcuni elementi conservatori religiosi, prima del suo compimento, scelsero di interpretarla come un avvertimento concernente tre scienziati cardassiani (le tre vipere) arrivati su DS9 (il nido nel cielo) per completare un lavoro di comunicazione con il Quadrante Gamma (varcare le porte del Tempio). Vedek Yarka Infatti nel 2371 Yarka, un Vedek destituito, interpretando la Terza Profezia di Trà kor, predisse grandi disastri come risultato di un progetto scientifico intrapreso su DS9. Successivamente Yarka capì di avere male interpretato la Profezia. Ora si crede che essa facesse riferimento a tre frammenti (le tre vipere) di una cometa (la sciabola di stelle) che, passando attraverso il wormhole (varcare le porte del Tempio) nel 2371 (anno in cui la diga di Janir venne restaurata e il fiume Qui'al Dam approvvigionò di acqua la città ), rischiarono di far collassare permanentemente il Tempio Celeste.I frammenti entrano nel Wormhole. La situazione si risolse grazie all'Emissario. Questi frammenti lasciarono una scia di particelle di silithium (che incendiarono le porte del Tempio) nel wormhole che non permisero la sua completa chiusura (le porte rimarranno aperte). Questa fessura facilitò le comunicazioni subspaziali con il Quadrante Gamma. Trà kor predisse accuratamente il ruolo dell'Emissario in questo evento.

Quarta Profezia di Trakor
Estratto (parafrasato): "L'emissario dovrà affrontare una prova di fuoco, e sarà costretto a scegliere ..."
Secondo Vedek Yarka, ci sono segni nel 2371 che questa profezia si sarebbe presto verificata. Può anche fare riferimento alla battaglia tra Benjamin Sisko e Gul Dukat alle Grotte di Fuoco Bajoriane.

Terza Profezia di Zocal
Estratto (parafrasato): "Solo qualcuno toccato dai profeti può trovare la città perduta di B'hala".
Questa profezia si compì nel 2373, quando il capitano Benjamin Sisko, l'Emissario dei Profeti, ha scoperto le rovine di B'hala sotto la superficie di Bajor. Riuscì in un paio di giorni dove gli archeologi Bajoriani avevano fallito per 10.000 anni. Sisko apparentemente ha compiuto questa impresa dopo aver sperimentato una serie di pagh'tem'far, o visioni sacre.

Feste e ricorrenze.

Sono diverse le occasioni di festa su Bajor: oltre all'Hamara – giornata di festa preceduta da uno
spettacolo di luci notturno per celebrare l'anniversario della venuta dell'Emissario, riconducibile al Natale
cristiano – vi è il celebre Festival della Gratitudine, per il quale accorrono individui d'ogni razza da tutto il
Quadrante. Durante questa ricorrenza vengono bruciati dei rotoli di pergamena sui quali ognuno provvede a trascrivere i propri problemi, affinché essi spariscano nel fuoco. In occasioni come queste si può notare che i Bajoriani mostrano il proprio apprezzamento applaudendo, colpendo il dorso della mano sinistra c*on il
palmo della mano destra. Tuttavia non sempre si fa festa su Bajor: tutti osservano il Tempo della
Purificazione, un rituale della lunghezza di un mese in cui ci si astiene da ogni piacere. Un evento unico e basilare per ogni bajoriano è la cerimonia di Itanu, passaggio (al compimento dei quattordici anni) dall'infanzia all'età adulta; cerimonia simile a quella che si pratica presso molti popoli terrestri, tra cui gli Aborigeni.


Fidanzamento e Matrimonio

In occasioni più felici, si nota l'uso dei braccialetti di fidanzamento, consegnati dagli uomini alle loro promessa; tramandati di generazione in generazione, i più antichi sono artefatti senza prezzo.
Simili ad essi sono i braccialetti di vincolo, donati tra gli innamorati non ancora fidanzati o agli amici più intimi. Quest'uso dei braccialetti non è molto dissimile alla cerimonia di matrimonio indiana, in cui la mano destra dello sposo e della sposa vengono legate assieme con un laccio di cuoio la sera precedente il giorno delle nozze; il laccio è tagliato solo alla fine della cerimonia. Su Bajor le coppie più fortunate ricevono una breve benedizione matrimoniale da parte dell'Emissario.

Cibi e bevande

La cucina bajoriana comprende numerosi tipi di dolci: il kai winn, un elaborato dessert al cioccolato (creato da Quark nel 2371 in onore del loro leader religioso Kai, che era riuscita a concludere il trattato di pace con i cardassiani), che consiste in un grande soufflé al cioccolato in cima al quale va versata della salsa Haligian; il tuwalli pie, un'ottima crostata campagnola, molto popolare nelle Hill Provinces; il pudding speziato di I'danian, dolce popolare proveniente dalla omonima regione; i tartufi alla menta di Telurian, molto ricchi di cioccolato; i cioccolatini di Regalian; i bastoncini di jumja, dolce ricco di vitamina C fatto con la linfa dell'albero jumja, molto noti tra i frequentatori della passeggiata di Deep Space Nine; il cioccolato di Delavian, un dessert molto costoso e difficile da trovare. Tra i frutti tipici di Bajoran troviamo: il moba, le bacche bajoriane (che ricordano i mirtilli), le noci di kava, il frutto milla e le alvas, nocciole color giallo chiaro.Tra i secondi piatti ricordiamo il ratamba è uno stufato di colore verde che va servito molto caldo; esistono però numerosi altri piatti, tra cui il lincta tostato, il potted dekati (un piatto unico) e il remoutah. Far seguire la cena dal veklava, è considerato una vera ghiottoneria. Così come il foraiga fresco, molto difficile da trovare al di fuori del sistema bajoriano. Esistono anche molti alimenti a base di cereali: il makova, pane azimo che ha un leggero gusto di menta, i gambi di mazo, sottili bastoncini di grano lavorato, il pane mapa, fatto con farina di cereali cotta al forno, e il pane di kava. Un rinomato antipasto è l'hasperat, che può servire anche da primo piatto. La preparazione è semplice: serve un foglio di pane morbido nel quale mettere del formaggio, lattuga, pomodori secchi, olive nere, sottaceti, salamoia molto speziata e salse piccanti. Il foglio di pane viene arrotolato, tagliato a fette e servito su un piatto. Si ottiene una pietanza squisita e molto colorata, che riempie di lacrime gli occhi dei commensali e fà bruciare la loro lingua. Il Soufflé di Hasperath è una variazione popolare dell'Hasperath classico, dagli effetti simili. Altri piatti caratteristici sono i gamberetti bajoriani, serviti con molto formaggio, e il kaporal, piatto che richiede molto tempo per la realizzazione. Tra i frutti tipici di Bajoran troviamo: il moba, le bacche bajoriane (che ricordano i mirtilli), le noci di kava, il frutto milla e le alvas, nocciole color giallo chiaro. Tutte le pietanze sono accompagnate dal vino primavera, bevanda altamente alcolica molto apprezzata dai cittadini di Bajor, che ricorda molto il vino rosso terrestre. A conclusione della cena, viene servita la maraltian seev-ale, bevanda fortemente alcoolica e abbastanza costosa. Bajor offre diverse bevande, sia calde sia fredde, adatte a diverse occasioni. Tra le bevande calde, è possibile scegliere tra il tè di Jumja, prodotto dall'estratto dell'albero omonimo, oppure il ginger tè allo zenzero pyrelliano, molto gradito ai bajoriani. Durante l'occupazione cardassiana era molto scarso ed era un lusso acquistarlo al mercato nero. Tra le bevande fresche si annoverano invece il synthale, una bevanda di colore blu brillante, oppure il succo di kava, spremuto direttamente dalle radici. Da non scordare anche la birra bajoriana.

IL GOVERNO

Dopo la ritirata delle forze Cardassiane, su Bajor iniziò un periodo di ricostruzione e di grandi cambiamenti. Per prima cosa fu necessario ristabilire una guida politica. Il nuovo corpo governativo fu basato sull'antico e decaduto sistema della Prima Repubblica, esistente secoli prima dell'Occupazione, ed è conosciuto come Governo Provvisorio. Esso è formato da diverse fazioni in contrasto tra loro. Il capo del Governo è il Primo Ministro. Ogni bajoriano residente sul pianeta può candidarsi a ricoprire questa carica. Il Primo Ministro viene eletto democraticamente dal popolo (il voto si può esprimere dal diciassettesimo anno di età) e resta in carica per un periodo di 6 anni. Egli governa sulla Camera dei Ministri (conosciuta anche come Concilio dei Ministri, Commissione Ministeriale o Assemblea bajoriana), che è il corpo legislativo reggente del Governo Provvisorio su Bajor ed ha potere di veto su ogni azione governativa. Anche la Camera dei Ministri è divisa in fazioni, ognuna delle quali cerca di predominare sulle altre. Ogni Ministro ha giurisdizione sulla propria circoscrizione; come supporto esiste un'infrastruttura di Ministri "superiori" aventi ruoli specifici, che supervisionano le maggiori funzioni del Governo, e più precisamente:
Stato - diplomazia e affari esteri;
Interno - ricostruzione e affari interni;
Commercio - commercio e trasporto civile;
Agricoltura - coltivazioni, restauro delle fattorie e bonifiche;
Difesa - ordini militari e programmi di scambio.
Anche il Kai, il leader spirituale di Bajor, ha un posto nella Camera, ma solamente come Consigliere. Comunque, visto il rispetto che gli è dovuto, molte questioni a lui care o da lui patrocinate tendono a diventare legge.
Esiste inoltre una Corte dei Ministri, formata dai cinque ufficiali più anziani, che ha funzioni giuridiche. Ad essa si deve la Legge di Ricerca e Cattura, secondo la quale è proibita chiaramente l'ingiustificata ricerca e cattura di qualsiasi nave all'interno dello spazio bajoriano. Chi vuole avvicinarsi all'Emissario per rivolgergli richieste particolari, come ad esempio l'utilizzo di un Runabout, deve prima passare attraverso questa Corte. Il procedimento potrebbe durare mesi.
Grazie al Governo Provvisorio furono raggiunti scopi politici molto importanti, come l'Armistizio tra Bajor e Cardassia, firmato nel 2369, in base al quale i cardassiani rinunciavano a qualsiasi proprietà da loro conquistata sul territorio bajoriano. Dopo la Ritirata cardassiana, il Governo deliberò il Proclama di Ilvian, in base al quale si ordinava che tutti i Bajoriani collaborazionisti venissero esiliati a vita da Bajor. La lista dei nomi comprendeva anche tutti i membri del Governo-marionetta bajoriano in carica durante l'Occupazione, tra i quali Kubus Oak, allora Segretario, che fece da legame tra il Governo bajoriano stesso e i cardassiani e rimase implicato nella morte di molti Bajoriani. Alla fine dell'Occupazione Kubus fu esiliato su Cardassia ma nel 2370 egli ritornò su DS9 chiedendo che gli venisse permesso di fare ritorno su Bajor. Venne inizialmente imprigionato ma in seguito Vedek Winn, per poter sfruttare a suo favore alcune notizie di cui Kubus era a conoscenza riguardo al massacro della Valle di Kendra e diventare così Kai, decise di prenderlo sotto la sua protezione. Nel 2370 la Camera dei Ministri richiese l'assistenza della Federazione, ma questa azione provocò all'interno del Governo la divisione in fazioni, formate da quei gruppi che non volevano accettare l'aiuto offerto dalla Federazione nell'opera di ricostruzione di Bajor. A causa di questo frazionamento il Concilio dei Ministri rifiutò di sanzionare la liberazione dell'eroe di guerra Li Nalas dal pianeta Cardassia IV. Quando Kira Nerys decise di proseguire, nonostante tutto, nell'operazione di liberazione di Li Nalas, essi risposero rimuovendola dalla sua posizione di Ufficiale di Collegamento su DS9. Nello stesso anno la Camera dei Ministri, in accordo con l'Assemblea dei Vedek, negò ai rifugiati Skrreea di costruire una colonia sul pianeta Bajor. Nel 2371 venne firmato da Kai Winn e dal Delegato Turrel il Trattato tra Bajor e Cardassia, noto anche come Trattato Bareil in onore al suo sacrificio, in cui si stabiliva definitivamente la pace tra i due pianeti, includendo lo scambio di Ambasciatori, le scuse formali al popolo di Bajor, la restituzione dei Cristalli e il pagamento delle riparazioni dei danni provocati durante l'occupazione e la ritirata. Il Governo deliberò anche la Suprema Direttiva 26/45, che sancì la ritirata dell'Esercito e del Governatore cardassiano su Bajor, e il rilascio di tutti i prigionieri di guerra. Quando nel 2372 la Federazione votò per ammettere Bajor, la Camera, su consiglio dell'Emissario, decise temporaneamente di non accettare.
Esercito
Organizzato dopo la ritirata delle Forze di Occupazione Cardassiane nel 2369, l'Esercito bajoriano è direttamente responsabile di numerose operazioni planetarie, incluse, tra le altre, Difesa, Trasporti, Sicurezza interna, Ingegneria e Supporto medico, ed è guidato dal Capo dello Staff, che risponde direttamente alla Camera dei Ministri. Molti ufficiali dell'Esercito erano noti membri della Resistenza, come il Maggiore Kira Nerys o il Colonnello Lenaris Holm; altri ufficiali erano arruolati da entrambe le parti, o avevano frequentato l'Accademia Militare bajoriana. Anche se piccolo, l'Esercito bajoriano è molto bene equipaggiato (in parte grazie all'assistenza della Federazione) e può contare, oltre che sulle forze aeree regolari dell'Esercito, anche su un certo numero di vecchi veicoli tipo Runabout. Fa inoltre parte dell'Esercito la sezione delle Forze Speciali Bajoriane. Questa sezione fu concepita esclusivamente per la difesa del pianeta dalle forze esterne. Intraprendente e piena di risorse, ha più volte dimostrato la sua capacità di rapide risposte nello spiegamento delle truppe in situazioni critiche. Le Forze Speciali furono utilizzate durante alcune operazioni di copertura. Sebbene non sembri così sviluppata come quelle di altri mondi, la sezione delle Forze Speciali Bajoriane è effettivamente alla pari con la famosa Tal Shiar Romulana. Alle Forze Speciali si affiancano anche la Polizia Civile bajoriana, responsabile dell'ordine e della sicurezza civile all'interno dei territori Bajoriani e la Bajor Intelligence, il corpo che controlla le situazioni strategiche galattiche e come queste possano influenzare Bajor. L'Esercito bajoriano, del quale fa parte il Maggiore Kira, fu ricostruito negli anni seguenti la ritirata cardassiana, e così risultò necessario disporre di nuove uniformi. L'uniforme militare, fatta di lana Incariana, consiste in una tuta a due pezzi, con una protezione doppia sulle spalle, che copre una veste a maniche corte, pantaloni con le staffe, cintura, stivali, comunicatore e gradi (vedere illustrazione). Il comunicatore si porta a destra sul petto, ed è la rappresentazione tradizionale di un Cristallo. L'equipaggiamento standard include un tricorder sensore/scanner e un phaser, arma standard ad energia che ha un potere di fuoco equivalente al phaser tipo II della Flotta Stellare Federale. Fucili phaser di tipo nuovo apparvero nel 2371, e furono inizialmente usati dagli away team e nelle operazioni militari.
L'alta uniforme è invece composta da tunica e pantaloni grigi (o blu) rifiniti in vita da una fusciacca cerimoniale. Durante le cerimonie più importanti gli alti ufficiali portano spade ornamentali e le bandiere vengono decorate con un simbolo circolare, che si può portare anche sulle vesti, formato da quaranta disegni in rotazione della S.S. Botany Bay. E' inoltre presente una versione delle uniformi dei Servizi adatta a climi estremi, ma non è generalmente usata. Il colore dell'uniforme rappresenta la Divisione in cui opera l'Ufficiale, il colore della cintura (o della fascia) indica la nave (o il gruppo di navi) o la Base in cui l'Ufficiale opera.
Più precisamente, per le Divisioni (uniforme) i colori sono:
- Forze aeree: Bianco.
- Sicurezza: Grigio chiaro.
- Sicurezza civile: Giallo.
- Forze di Terra: Beige chiaro.
Per i Servizi:
- Comando: Rosso
- Militari e Personale di Supporto: Grigio.
- Operazioni (Ingegneria e Scienze): Verde chiaro.
La maggior parte delle forze di difesa sono comprese in queste tre Divisioni. Parzialmente autonomo, il personale medico indossa un'uniforme color arancione acceso. La Polizia Civile bajoriana indossa un'uniforme marrone/rossiccia. Molti generali dell'Esercito sono in servizio attivo all'interno della Commissione Esecutiva, collegio amministrativo principale delle Forze Militari Bajoriane, stazionata vicino a Capitol City.


Fonti: Memory Alpha, http://en.memory-alpha.org - Memory Beta, http://memory-beta.wikia.com – http://www.acbajoriano.altervista.org/ / i seguenti episodi di DS9 e TNG: Broken Link; Emissary; Explorers; Hippocratic Oath; Indiscretion; In the Hands of the Prophets; Life Support; Lower Decks; Past Prologue; Rapture; Rivals; Sanctuary; Shakaar; The Alternate; The Circle; The Collaborator; The Homecoming; The Reckoning; The Siege; The Way of the Warrior.- Fonti originali e Fonti sconosciute (mancano dati sufficienti all'attribuzione).
(Tutto il materiale è stato rielaborato secondo i sistema di considerazione prima del CANON -> quindi del LICENZIATARIO -> infine le AGGIUNTE DI TERZE PARTI)
Licenza Creative Commons CC-BY-NC-SA 4.0
Licenza dei Contenuti