Cultura Federale

Torna Indietro

Principali trattati stipulati dalla Federazione Unita dei Pianeti



Trattato di Algeron

Ratificato tra l'Impero Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti. Accordo di pace ratificato dopo l'incidente di Tomed del 2311; il trattato di Algeron riafferma i principi della Zona Neutrale Romulana, la violazione dei quali senza un adeguato preavviso è considerato un atto di guerra verso la controparte. Il trattato proibisce inoltre alla Federazione Unita dei Pianeti di utilizzare la tecnologia di occultamento, e di effettuare ricerche e sviluppi in tal senso. Un'eccezione al trattato ha permesso, nel 2371, di equipaggiare con un dispositivo di occultamento la U.S.S. Defiant, condizionatamente al vincolo, imposto alla Federazione, di utilizzare il dispositivo solo nel Quadrante Gamma.

Trattato di Armens

Ratificato tra la Corporazione Sheliak e la Federazione dei Pianeti Uniti nel 2255.
Il trattato sancisce il passaggio di molti pianeti di classe H dalla Federazione dei Pianeti Uniti agli Sheliak; il trattato, noto per la sua incredibile complessità voluta dagli Sheliak per prevenire ogni possibile disputa futura, è composto da 500.000 parole e la sua preparazione ha richiesto il lavoro di 372 esperti legali federali.
Nel 2274 una colonia federale si stabilisce su Tau Cygna V, uno dei pianeti oggetto di questo trattato, e nel 2366 gli Sheliak esercitano il loro diritto di proprietà ottenendo la rimozione della colonia.
Ecco alcuni articoli del trattato:
Sezione 133 - Art. 77 Tau Cygna V è da ritenersi di proprietà della Corporazione Sheliak;
Sezione 133 - Art. 653 §9 Entrambe le parti possono richiedere delle consultazioni per risolvere delle dispute territoriali;
Sezione 501 - Art. 716 §5 Forme di vita indesiderate insediate su mondi di classe H potranno essere rimosse a discrezione della Corporazione Sheliak;
Sezione 501 - Art. 1290 Una delle parti può chiedere la mediazione di un terzo per risolvere problemi riguardanti la convivenza pacifica delle parti;
Sezione 501 - Art. 1290 - Sottosezione D3 Coloro che chiedono l'intervento del terzo hanno la facoltà di nominare il mediatore.

Trattato Cardassiano

Ratificato tra l'Unione Cardassiana e la Federazione dei Pianeti Uniti nel 2370. Questo trattato ha sancito il termine delle ostilità tra la Federazione e l'Unione Cardassiana. I negoziati con i Cardassiani sono cominciati nel 2367 e sono proseguiti per tre anni.
Il trattato stabilisce nuovi confini tra la Federazione e l'Unione Cardassiana, definisce una zona smilitarizzata tra i due territori e obbliga le due parti a restituire i prigionieri.
In conseguenza di questo trattato molti coloni che si trovano dalla parte sbagliata del confine devono essere riallocati; questa decisione causa molto scontento e avrà ripercussioni per molto tempo da entrambe le parti.

Trattato con il Dominio

Firmato alla fine della Guerra del Dominio, definisce cessate le ostilità fra la Federazione Unita dei Pianeti ed il Dominio, definendo un patto di non aggressione, e la creazione di apposite strutture diplomatiche nel quadrante Gamma.

Accordo di Jankata

L'accordo impedisce ad una specie di viaggiare in un altro quadrante con lo scopo di espandere i propri territori. L'accordo è stato ratificato almeno dalla Federazione e dai Cardassiani.

Accordi di Khitomer

Ratificati su Khitomer tra l'Impero Klingon e la Federazione dei Pianeti Uniti nel 2293.
Accordi di pace storici che hanno costituito il primo passo verso la rappacificazione di due nemici di lunga data.
La ratifica degli accordi era stata boicottata in un primo momento da una fazione di estremisti della Flotta Stellare in combutta con altri estremisti klingon guidati dal generale Chang. Il primo tentativo di boicottaggio è costato la vita al cancelliere Gorkon.
Questi accordi comprendono anche regolamentazioni e limitazioni per quanto riguarda l'uso e lo sviluppo di determinate armi e tecnologie, come le armi isolitiche, e vietano alleanze con fazioni che fanno uso di queste armi.


Trattato di Pace Romulano

Ratificato tra l'Impero Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti
Negoziato tramite comunicazioni subspaziali in data stellare 1200.5.
1) Essendo negoziati i termini e le condizioni ed essendo questi riconosciuti come compresi allo stesso modo, l'Impero Stellare Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti danno solennemente la propria parola di cessare le ostilità tra le due parti a partire dalla data 1200.5
2) Sui confini comuni ai due territori viene istituita una zona neutrale di 750 parsec sul piano longitudinale della galassia e stendentesi verso l'esterno dei confini della galassia sul piano verticale.
3) Tutto il personale e ogni tipo di installazione appartenente a una delle due parti deve essere immediatamente rimossa da questa zona. A partire dalla data 1210, nessuna persona o installazione appartenente a una delle due parti deve occupare la zona neutrale. L'Impero Stellare Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti si impegnano a mantenere la neutralità di questa zona.
4) Un'intrusione di personale o di un qualsiasi tipo di installazione nella zona neutrale da parte di una delle due parti può essere considerata come un'azione ostile e una rottura del trattato di pace. In questo caso, può essere invocato un immediato stato di guerra tra l'Impero Stellare Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti. L'unica eccezione è esposta al punto successivo.
5) Se una qualsiasi intrusione di persone o installazioni di una delle due parti nella zona neutrale può essere dimostrata come un risultato di condizioni al di là del controllo di quelle persone o quelle installazioni, non verrà intrapresa alcuna ritorsione o dichiarazione di guerra.
6) Per questo scopo e per il costante controllo del rispetto di questo trattato, l'Impero Stellare Romulano e la Federazione dei Pianeti Uniti concordano nell'istituire una costante sorveglianza e mantenere aperto un canale di comunicazione sulla frequenza subspaziale K.
7) Io, Pretore Karzan, avendo letto e compreso i termini di questo trattato comunicato attraverso la frequenza subspaziale K ed essendo identificabile tramite impronta vocale attraverso la registrazione di questo messaggio, dichiaro di essere il Pretore dell'Impero Stellare Romulano, dotato di pieni poteri di ratificare il trattato per conto dell'Impero Stellare Romulano.
8) Io, Cristofur Thorpe, avendo letto e compreso i termini di questo trattato comunicato attraverso la frequenza subspaziale K ed essendo identificabile tramite impronta vocale attraverso la registrazione di questo messaggio, dichiaro di essere il Governatore del Consiglio Federale della Federazione dei Pianeti Uniti, dotato di pieni poteri di ratificare il trattato per conto della Federazione dei Pianeti Uniti.

Trattato di Pace Organiano

Imposto dagli Organiani in data stellare 3199.5.
1) Questo trattato di pace viene imposto simultaneamente sull'Impero Klingon e sulla Federazione dei Pianeti Uniti. A meno che i vostri Governi e le vostre forze combattenti nello spazio siano concordi in un'immediata cessazione delle ostilità, le forze combattenti verranno poste in condizione di non operare.
2) Da questo momento, in una zona larga 750 parsec adiacente ai confini di entrambe le parti non può essere intrapresa alcuna ostilità tra l'Impero Klingon e la Federazione dei Pianeti Uniti.
3) In un qualsiasi momento, se una persona o un'unità di qualsiasi delle due parti tenta di agire o usare delle armi in maniera ostile contro un'unità o una persona della controparte all'interno di questa zona, questa persona, o unità e le armi verranno poste in condizione di non operare.
4) Verrà un giorno, in futuro, in cui l'Impero Klingon e la Federazione dei Pianeti Uniti diverranno alleati e buoni amici e lavoreranno insieme in pace ed armonia per gli interessi di entrambi. Fino a quel momento nessuna delle due parti dovrà rifiutare alla controparte l'accesso pacifico alle proprie basi planetarie all'interno della zona neutrale per motivi di riposo, riparazione o licenze di sbarco.
5) Entrambe le parti rispetteranno l'integrità territoriale di Organia e non tenteranno più di intervenire negli affari interni di Organia. Quando verrà il momento, in futuro, in cui decideremo di unirci ad entrambe le parti in modo pacifico per intraprendere relazioni interplanetarie, avremo cura di rendere note le nostre intenzioni.
6) Sappiamo che all'interno della zona neutrale esistono molte civiltà planetarie che hanno raggiunto differenti livelli di sviluppo che possono trarre beneficio dalle tecnologie di entrambe le parti. Per questo scopo, Organia permetterà questo sviluppo pacifico e per ogni caso deciderà quale delle due parti sia la più qualificata per apportare dei benefici alla cultura di un pianeta.
Per Organia: Ayelborne, Claymare, Trefayne.

Zone Smilitarizzate



Una zona neutrale è una regione spaziale posta al confine tra due potenze, nella quale le astronavi di entrambe le parti non possono entrare. La zona è in genere costantemente controllata da entrambe le parti, e l'attraversamento senza preavviso di tale regione da parte di una delle due fazioni costituirebbe un'immediata dichiarazione di guerra.
Una zona neutrale è posta lungo il confine tra la Federazione dei Pianeti Uniti e l'Impero Romulano, definita inizialmente con il Trattato di pace romulano nel 2160 e successivamente confermata con il Trattato di Algeron, a seguito dell'Incidente di Tomed del 2311.

Fino al 2293, anno in cui i due rispettivi governi firmarono gli Accordi di Khitomer, è esistita una zona neutrale tra i confini della Federazione e l'Impero Klingon.

Tra la Federazione e l'Impero Cardassiano è esistita inoltre una "zona demilitarizzata", dalle caratteristiche simili a quella di una zona neutrale. Nella zona sono state celebri le attività di guerriglia poste in atto dal gruppo para-terrorista dei Maquis.



Redazione: Roche
Impaginazione: Hopkins
Adattamento e Revisione: Hopkins
Approvazione: Hopkins
Fonti: Wikipedia, Hypertrek, http://www.resurrection.it
Licenza Creative Commons CC-BY-NC-SA 4.0
Licenza dei Contenuti