Cultura Federale

Torna Indietro

Elaysia


Nome presente nel catalogo federale: Elaysia
Nome locale: Elaysia
Sistema: Elasyia
Quadrante: ?
Classe: M
Lune: -
Popolazione: circa 2 miliardi
Gravità sul pianeta: 0,134 g
Inclinazione assiale: 1%, senza cambiamenti stagionali
Diametro: 10002 km
Circonferenza all'equatore: 31437 Km
Periodo Orbitale: 293 giorni
Superficie totale: 1.256.502.450 Km²
Superficie terre emerse: 1.080.592.107 Km², 86 %
Lunghezza del giorno: 22,9 ore


SISTEMA STELLARE:
Elaysa (Stella Principale) - Classe G
• Elaysia I (Classe M, distanza orbitale approssimativamente 108 milioni di Km)


Elaysa, stella di classe G5 è una stella gialla di sequenza principale ed ospita x pianeti (decidiamo), di cui l’unico abitato è Elaysia I

GEOGRAFIA ED URBANIZZAZIONE

Del pianeta originario degli Elaysiani, nonostante sia un pianeta abbastanza unico del suo genere, si conoscono poche informazioni: è un pianeta di classe M, ma con una densità planetaria molto ridotta rispetto ai normali pianeti così classificabili; la sua bassissima densità si riflette in una gravità quasi inesistente, caratteristica fisica che determina anche la composizione gassosa della sua atmosfera.
I gas leggeri come elio e idrogeno sono presenti in gran parte solo negli strati più alti della ionosfera, mentre nella troposfera vi sono alte concentrazioni di ossigeno e azoto. Uno strato di anidride carbonica a circa 14km dalla superficie concorre all’effetto serra del pianeta e al mantenimento della concentrazione gassosa, nonché di una temperatura superficiale adatta alla vita nonostante la distanza dalla stella principale del sistema e la sua bassa temperatura (T media sui 25°)

La superficie planetaria, se si escludono le grandi masse d’acqua divise in tre grandi oceani, è costellata da una vasta vegetazione molto sviluppata in verticale, visto la bassa gravità del pianeta; all’interno delle stesse foreste alte talvolta anche un paio di km si sviluppano agglomerati urbani non molto estesi costruiti in armonico sviluppo con la vegetazione presente.
Il resto del sistema non presenta altri pianeti adatti alla vita, ma oltre alla condizione di inabilità non vi sono altre informazioni sui pianeti che circondano G-Elaysa.

STORIA

Viste le particolari condizioni di vita che permettono lo sviluppo della millenaria civiltà Elaysiana, gli abitanti del pianeta non sono colonizzatori né sono frequenti i loro contatti con mondi esterni al proprio, ove troverebbero difficile sopportare la differente gravità. Per questo le notizie storiche relative al pianeta non sono di facile reperibilità, ma di certo l’evento più importante registrato è l’entrata nella Federazione dei Pianeti Uniti nel 2378.
L’isolamento del pianeta e le sue caratteristiche hanno svolto un ruolo in qualche modo protettivo durante la guerra del Dominio, durante la quale gli Elaysiani non sono venuti ad essere coinvolti in nessuno scontro bellico.

Gli Elaysiani



Classe: Mammalia
Ordine: Primati
Specie: Elaysiana
Aspettativa di vita media: 88 anni


Per i motivi sopra citati, sono rari gli esemplari della specie che si avventurano al di fuori del pianeta, e quindi vaghe le informazioni su di essi.
Gli Elaysiani possono tuttavia essere ricondotti come caratteristiche alle specie umanoidi, anche se le differenze sono molto marcate per via dell’ambiente a bassa gravità in cui vivono: gli Elaysiani sono tipicamente alti e piuttosto slanciati, quindi piuttosto esili da un punto di vista muscolo-scheletrico, essendo il loro corpo adatto al volo libero e non al consueto camminare in posizione eretta degli umanoidi.
Le dita sono affusolate e piuttosto lunghe, sia alle mani che ai piedi, costituendo così una struttura adeguata all’assorbimento dell’impatto al momento dell’atterraggio.

Presentano una cresta a forma di Y in rilievo sopra l’osso frontale, che si sviluppa verso l'alto slargandosi su tutta la fronte a partire dalla radice del naso. Alla base del naso vero e proprio sono presenti due piccole cavità per lato, assomiglianti a una coppia di narici accessorie, probabilmente sviluppate per bilanciare la pressione dell’aria con l’esterno durante il volo (con una funzione simile alla tromba di Eustachio nell’uomo).

Proprio per la grande coordinazione necessaria al volo a corpo libero, che viene controllato con evoluzioni ed acrobazie notevoli, è probabile che si registrino peculiarità a livello dei nuclei motori encefalici e nello sviluppo del cervelletto, nonché del sistema vestibolare nell’orecchio interno. Non vi sono tuttavia evidenze anatomiche sperimentali adeguate per formulare una precisa analisi estendibile a tutta la specie, vista l’esiguità degli individui incontrati, che possono quindi presentare differenze personali marcate rispetto al resto della specie.

E’ tuttavia stato ricercato per le forme di vita a bassa gravità come gli Elaysiani, a partire dalle teorie pubblicate nel 2340 dello scienziato Nathaniel Teros e grazie al contributo del Dr. Julian Bashir, un protocollo di adattamento neuromuscolare alla gravità normale per basato sulla somministrazione di neurotrasmettitori neo-analeptici in grado di aumentare del 14% l’assorbimento dell’acetilcolina, andando quindi ad aumentare la risposta tensiva e il tono muscolare generale del sistema muscolo-scheletrico del soggetto. Sono necessari diversi trattamenti progressivi lungo un arco di diversi giorni per rendere l’adattamento permanente; questo comporta però la perdita dell’adattabilità a un ambiente a bassa gravità come quello di Elaysia, a causa dei seri rischi di danni ai sistemi di controllo motorio.

CULTURA E SOCIETÀ

Essendo una razza isolata da altre contaminazioni culturali, la società Elaysiana ha mantenuto nel tempo le proprie radici fondamentali di razza pacifica e in armonia con il proprio pianeta. Tuttavia questo ha anche determinato un aspetto di chiusura rispetto alle altre popolazioni, come si può riscontrare dalla tardiva affiliazione alla Federazione dei Pianeti Uniti (2378) e dalla scarsissima percentuale di individui che lasciano il pianeta natale, anche solo per compiere viaggi di piacere, nonostante la capacità tecnologica permetta agli Elaysiani di avventurarsi in viaggi interspaziali. Gli Elaysiani risultano quindi essere una specie piuttosto riservata nelle relazioni con xenopopolazioni.

Non vi sono forze di polizia planetarie, e la giustizia viene amministrata all’interno delle varie cittadine grazie alla convocazione di un’assemblea popolare; le occasioni in cui questo avviene sono comunque rare, visto l’alto livello di collaborazione fra individui del pianeta.

Una caratteristica tipica dell’organizzazione familiare degli Elaysiani è data dal rituale della Grande Nascita: grazie all’uso di erbe officinali gli Elaysiani sono in grado di modulare la durata della gravidanza delle femmine, ed è usanza ben radicata che gruppi di famiglie si accordino in un’unica data per la nascita dei propri figli; questi vengono quindi considerati come figli di tutta la comunità e verranno quindi cresciuti ed accuditi di conseguenza in comune fra tutti i genitori, tanto più che non esiste la consuetudine di riconoscere la genitorialità biologica (anche se è palese che ad un’analisi dei tratti somatici geneticamente trasmessi è possibile, con un margine di errore ragionevole, riconoscere i propri genitori biologici).
Infatti è comune chiamare con l’appellativo di “figlio” qualunque membro della comunità della generazione successiva, che chiamerà “madre” o “padre” tutti gli adulti della generazione precedente alla propria; questa consuetudine si mantiene anche dopo il raggiungimento della maturità dei figli, che vengono riconosciuti come tali anche dai genitori divenuti anziani.
Nonostante l’impegno comune nella crescita della prole le relazioni sentimentali degli Elaysiani sono tipicamente monogamiche.

Pur essendo onnivori, gli Elaysiani mantengono una dieta principalmente vegetariana grazie alla raccolta dei frutti e alle colture idroponiche estensive, dalle cui piante essi ricavano dalle parti inedibili corde, reti e vestiti.

L’architettura tipica rispecchia la grande attenzione per l’ambiente degli Elaysiani, per cui gli edifici vengono costruiti principalmente in legno sfruttando i tronchi e i rami degli alberi immensi come strutture di base, con rami rampicanti che fungono da sistemi di ancoraggio per mobili e oggettistica; gli arredamenti sono in genere molto spartani, con una peculiarità: non esistono veri e propri letti, visto che gli Elaysiani dormono fluttuando liberamente nell’aria.

TECNOLOGIA

Gli Elaysiani sono una cultura tecnologicamente avanzata paragonabile a quella terrestre; sono in possesso delle tecnologie necessarie per lo sviluppo e la realizzazione del volo a curvatura e sono quindi in grado di compiere viaggi interplanetari, pur non avvertendo la necessità di un suo utilizzo, motivo per cui non vi sono notizie di incontri con navi Elaysiane.
La ricerca scientifica viene incoraggiata vivacemente da parte del governo e dalla popolazione, quando diretta verso uno sviluppo pacifico della cultura Elaysiana. Gli abitanti di questo pianeta sono ottimi scienziati e ingegneri, con uno sguardo preferenziale alle tematiche ambientali.
Non si registrano acquisizioni rilevanti di tecnologie esogene, a causa dei rarissimi scambi con l’esterno, rendendo così escludibile ogni contaminazione scientifica.

Come supporto per il volo sulla superficie del pianeta, specialmente nelle fasi di propulsione quando non è possibile utilizzare gli alberi, gli Elaysiani sono soliti viaggiare con l’ausilio di piattaforme mobili sospese (simili alle tavole ad aria) alle quali si aggrappano attivandole per darsi la spinta per il volo orizzontale o in discesa, dato che per la mancanza di gravità è impossibile cadere.

Redazione: Keelan
Impaginazione: Keelan/Hopkins
Adattamento e Revisione: -
Approvazione: Hopkins
Fonti: Memory Alpha, http://en.memory-alpha.org - Memory Beta, http://memory-beta.wikia.com –DS9: “Melora” – TNG Novel: “Gemworld” – (Tutto il materiale è stato rielaborato secondo i sistema di considerazione prima del CANON -> quindi del LICENZIATARIO -> infine le AGGIUNTE DI TERZE PARTI)
Licenza Creative Commons CC-BY-NC-SA 4.0
Licenza dei Contenuti