Cultura Federale

Torna Indietro

I Terosiani

Terosia (Rezk’ar III)

Raggio
7899 Km
Tipologia
Classe O, Terzo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
- 85 / +47 °C
Gravità
0.85 quella Terrestre
Acque Superficiali (92%)
87% Oceani, 13% Acque dolci
Terre Emerse (8%)
28% Pianure | 65% Rilievi | 8% Deserti
Continente Nord Occidentale
29% Terre emerse, 96% Monti, 4% Pianure
Continente Equatoriale
45 % Terre Emerse, 50% Monti, 45% Pianure, 5% Desertico
Continente Equatoriale Orientale
(26% Terre Emerse, 75% Pianure, 22% Montagne, 3% Desertico)
Vita
Animale, Acquatica (particolarmente sviluppata), Umanoide
Popolazione: 2.2 miliardi
Lunghezza del giorno: 36 ore
Rivoluzione attorno alla propria stella
1.1 anni terrestri

Sistema Rezk’ar

Stelle

Stella Rezk'ar A

Classe
F
Colore
Bianco neutro
Temperatura superficiale media
6777 K
Raggio
1.42 Sols
Massa
1.57 Sols
Luminosità
4.04 Sols
Anzianità
1.77 miliardi di anni

Stella Rezk'ar B

Classe
M
Colore
Rosso
Temperatura superficiale media
2435 K
Raggio
0.26 Sols
Massa
0.12 Sols
Luminosità
0.01 Sols
Anzianità
1.25 miliardi di anni
Rivoluzione attorno alla stella primaria
12563 giorni terrestri (34.36 anni terrestri, sincrona con il pianeta di classe T)
Inclinazione sul piano dell'eclittica
23,1°

Pianeti

Rezk'ar I

Raggio
2622 Km
Tipologia
Classe B, Primo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
- 197 / +477 °C (Ombra / Esposto)
Gravità
0.32 quella Terrestre
Atmosfera
Tracce di Elio, Ossigeno, Ammoniaca
Vetta più alta
3215 m. (sopra livello medio teorico)
Fossa più profonda
1374 m. (sotto livello medio teorico)
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
12 giorni terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
99 giorni terrestri

Rezk'ar II

Raggio
5821 Km
Tipologia
Classe Y, Secondo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
+ 210 / +698 °C
Gravità
2.2 quella Terrestre
Atmosfera
Ammoniaca, Acido solforico, venti oltre 500 km/h. Radiazioni da torio diffuse sul 70% del pianeta.
Vetta più alta
1641 m. (sopra livello medio teorico)
Fossa più profonda
941 m. (sotto livello medio teorico)
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
2 giorni terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
253 giorni terrestri

Rezk'ar III

Raggio
7899 Km
Tipologia
Classe O, Terzo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
- 85 / +47 °C
Gravità
0.85 quella Terrestre
Acque Superficiali (92%)
87% Oceani, 13% Acque dolci
Terre Emerse (8%)
28% Pianure | 65% Rilievi | 8% Deserti
Continente Nord Occidentale
29% Terre emerse di cui: 96% Monti, 4% Pianure
Continente Equatoriale
45 % Terre Emerse di cui: 50% Monti, 45% Pianure, 5% Desertico
Continente Equatoriale Orientale
26% Terre Emerse di cui: 75% Pianure, 22% Montagne, 3% Desertico
Vetta più alta
9274 m.
Fossa più profonda
11951 m.
Vita
Animale, Acquatica (particolarmente sviluppata), Umanoide
Popolazione
2.2 miliardi
Lunghezza del giorno
36 ore
Rivoluzione attorno alla propria stella
1.1 anni terrestri

Rezk'ar IV

Raggio
7562 Km
Tipologia
Classe P, Quarto pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-212 / -47 °C
Gravità
1.25 quella Terrestre
Atmosfera
Azoto, Ossigeno, Argon, Biossido di Carbonio, Vapore acqueo.
Vetta più alta
7562 m. (sopra livello medio teorico dei ghiacci)
Fossa più profonda
11941 m. (teorica, sotto livello medio dei ghiacci)
Vita
Microbica e vegetale nella fascia equatoriale
Lunghezza del giorno
1.6 giorni terrestri (38.4 ore)
Rivoluzione attorno alla propria stella
552 giorni terrestri (1.51 anni terrestri)

Rezk'ar V

Raggio
3514 Km
Tipologia
Classe X, Quinto pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-70 / -21 °C
Gravità
2.14 quella Terrestre
Atmosfera
Nessuna.
Vetta più alta
325 m. (sopra livello medio teorico dei ghiacci)
Fossa più profonda
123 m. (teorica, sotto livello medio dei ghiacci)
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
0.3 giorni terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
1002 giorni terrestri (2.74 anni terrestri)

Rezk'ar VI

Raggio
4213 Km
Tipologia
Classe K, Sesto pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-97 / -61 °C
Gravità
1.03 quella Terrestre
Atmosfera
Nessuna.
Vetta più alta
6214 m. (sopra livello medio teorico)
Fossa più profonda
3698 m. (sotto livello medio teorico)
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
1.01 giorni terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
3612 giorni terrestri (9.89 anni terrestri)

Rezk'ar VII

Raggio
35.128 Km
Tipologia
Classe I, Settimo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-102 °C (media alla superficie)
Gravità
Sconosciuta al suolo
Atmosfera
Idrogeno, Elio
Vetta più alta
Sconosciuta
Fossa più profonda
Sconosciuta
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
18 ore terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
5001 giorni terrestri (13.68 anni terrestri)

Rezk'ar VIII

Raggio
124.365.253 Km
Tipologia
Classe T, Ottavo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-52 °C (media alla superficie)
Gravità
Sconosciuta al suolo
Atmosfera
Idrogeno, Elio
Vetta più alta
Sconosciuta
Fossa più profonda
Sconosciuta
Vita
Nessuna
Lunghezza del giorno
39 ore terrestri
Rivoluzione attorno alla propria stella
12563 giorni terrestri (34.36 anni terrestri)

Satelliti

Rezk'ar IIIa

Raggio
1262 Km
Tipologia
Classe P, Satellite del Terzo pianeta della Stella Rezk’ar
Temperature
-156 / -36 °C
Gravità
0.26 quella Terrestre
Atmosfera
Azoto, Ossigeno, Argon, Biossido di Carbonio, Vapore acqueo.
Vetta più alta
5641 m. (sopra livello medio teorico dei ghiacci)
Fossa più profonda
6941 m. (teorica, sotto livello medio dei ghiacci)
Vita
Microbica e vegetale nella fascia equatoriale
Lunghezza del giorno
3.5 giorni terrestri
Rivoluzione attorno al terzo pianeta
70 giorni terrestri

Rezk'ar IVa

Raggio
1276 Km
Tipologia
Classe D, Satellite del quarto pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-138 / +254 °C
Gravità
0.29 quella Terrestre
Atmosfera
Rarefatta, metano e tracce di biossido di carbonio.
Vetta più alta
265 m.
Fossa più profonda
1100 m.
Vita
Assente
Lunghezza del giorno
34.9 ore
Rivoluzione attorno al quarto pianeta
74 giorni terrestri

Rezk'ar IVb

Raggio
1984 Km
Tipologia
Classe D, Satellite del quarto pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-165 / +65 °C
Gravità
0.15 quella Terrestre
Atmosfera
Assente.
Vetta più alta
1258 m.
Fossa più profonda
1364 m.
Vita
Assente
Lunghezza del giorno
29.1 ore
Rivoluzione attorno al quarto pianeta
64 giorni terrestri

Rezk'ar VIIIa

Raggio
1684 Km
Tipologia
Classe D, Satellite dell'ottavo pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-167 / -10 °C
Gravità
0.67 quella Terrestre
Atmosfera
Assente.
Vetta più alta
1241 m.
Fossa più profonda
2501 m.
Vita
Assente
Lunghezza del giorno
12.8 ore
Rivoluzione attorno all'ottavo pianeta
256 giorni terrestri

Rezk'ar VIIIb

Raggio
3951 Km
Tipologia
Classe K, Satellite dell'ottavo pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-95 / +1 °C
Gravità
0.5 quella Terrestre
Atmosfera
Rarefatta, Biossido di carboni, ammoniaca, metano.
Vetta più alta
10258 m.
Fossa più profonda
13654 m.
Vita
Organismi unicellulari
Lunghezza del giorno
19.5 ore
Rivoluzione attorno all'ottavo pianeta
487 giorni terrestri

Rezk'ar VIIIc

Raggio
1267 Km
Tipologia
Classe D, Satellite dell'ottavo pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-210 / -101 °C
Gravità
0.45 quella Terrestre
Atmosfera
Assente.
Vetta più alta
985 m.
Fossa più profonda
1029 m.
Vita
Assente
Lunghezza del giorno
9.9 ore
Rivoluzione attorno all'ottavo pianeta
322 giorni terrestri

Rezk'ar VIIId

Raggio
325 Km
Tipologia
Classe D, Satellite dell'ottavo pianeta della Stella Rezk’ar.
Temperature
-221 / -159 °C
Gravità
0.29 quella Terrestre
Atmosfera
Assente.
Vetta più alta
531 m.
Fossa più profonda
654 m.
Vita
Assente
Lunghezza del giorno
5.7 ore
Rivoluzione attorno all'ottavo pianeta
745 giorni terrestri

Rezk'ar VIIIe

Raggio
9625 Km (Superterra)
Tipologia
Classe M, Satellite dell'ottavo pianeta della Stella Rezk’ar. classificato come inabitabile per i Terosiani.
Temperature
-51 / +56 °C
Gravità
1.09 quella Terrestre
Atmosfera
Azoto, Ossigeno, Argon, Biossido di Carbonio, Vapore acqueo.
Acque Superficiali (61%)
81% Oceani, 19% Acque dolci
Terre Emerse (39%)
35% Pianure | 59% Rilievi | 3% Deserti | 3% Ghiacci
Forze Mareali:
fino a +42 metri rispetto al livello medio
Vetta più alta
15641 m.
Fossa più profonda
16941 m.
Vita
Microbica, vegetale estremamente ricca
Lunghezza del giorno
26.7 ore
Rivoluzione attorno all'ottavo pianeta
675 giorni terrestri

I Terosiani

I Terosiani si sono sviluppati nella forma attuale in un processo evolutivo durato centinaia di migliaia di anni. Bipedi, dalla statura simile a quella umana, sono abili nuotatori, caratteristica sviluppata per via dell’ampia superficie del pianeta.

  • Sessi: due, Maschile e Femminile
  • Altezza media: 1.87 m. (M), 1.85 m. (F)
  • Peso Medio: 74 Kg (M), 62 Kg
  • Aspettativa di Vita: 105 Anni (M), 109 Anni (F)
  • Sviluppo fisico: 25 anni circa.

I Terosiani presentano una struttura fisica umanoide, con alcune notabili differenze. Sono per altezza e peso assimilabili agli esseri umani: la loro forza fisica non è troppo dissimile da quella di un umano; sono tuttavia in grado di muoversi e la sviluppare una forza ed una agilità di gran lunga superiori sott’acqua, a causa della pelle idrodinamica e della particolare conformazione scheletrica e muscolare. A causa di ciò, i Terosiani soffrono in maniera marcata le temperature estremamente calde (oltre i trenta gradi), mentre sopportano in maniera eccellente il freddo (fino a -30 gradi). Inoltre, all’altezza dell’osso sacro, sviluppano una piccola coda che cresce sino a raggiungere la sua massima estensione intorno ai 25 anni. Le code presentano la stessa mobilità di qualunque arto, sono per la maggior parte costituite di muscolo e rappresentano una componente indispensabile tanto nel loro senso di equilibrio quanto nella loro capacità di nuoto.

Esteriormente, i Terosiani sono completamente glabri; l'eccezione sono i capelli, generalmente molto sottili e di una variegata gamma di colori (blu, giallo, viola, verde, bianco, nero, rosso). Presentano una pelle di colori diversi, spesso accesi, quali rosso, blu o giallo. Il fenotipo più diffuso è la gamma di blu, mentre la gamma rossa, gialla, viola, e bianca, ricoprono una percentuale complessiva che non supera il 20% della popolazione totale. Il colore degli occhi è invece piuttosto simile ai fenotipi terrestri, con una maggioranza del fenotipo blu. Colori quali giallo, viola o verde sono altresì presenti ed altrettanto comuni. Lo spettro visivo è paragonabile a quello terrestre, mentre l’olfatto non è sviluppato più di quello di un umano. Notabilmente, l’udito è particolarmente sopraffino.

Presentano un ciclo di sonno/veglia normale di circa 30 ore di veglia e 6 ore di sonno. Sono in grado di rimanere senza cibo per tre settimane, ma non possono resistere per più di dodici ore senza acqua, oltre le quali iniziano a verificarsi complicanze di carattere vascolare. La loro emoglobina è a base cobalto, il che rende il loro sangue debolmente azzurro tendente al grigio, più scuro quando trasporta anidride carbonica, più chiaro quando trasporta ossigeno.

Economia e Società

La società Terosiana è allineata su posizioni prettamente matriarcali, con forti influenze radicate sin dall'età degli antichi (come sono soliti chiamare i Terosiani il periodo fino alla prima guerra globale). Nonostante lo sviluppo tecnologico ingente, e precoce se confrontato a quello di altre razze di pari anzianità, i Terosiani non hanno mai colonizzato le profondità degli abissi del loro mondo, considerate sacre per una gran parte della Storia Terosiana, e difficilmente raggiungibili nel corso dell'età Moderna.

Terosia è in realtà una coalizione federale di governi locali uniti in un'assemblea planetaria che detiene il potere legislativo. Il Governo è praticamente retto dal lobbismo frutto degli interessi commerciali delle Corporation delle zone ricche delle città. Intanto, un fiorente sottobosco di criminalità più o meno organizzata prolifera nei bassifondi cittadini, al di sotto del "limite cittadino": il livello-zero delle fondamenta dei palazzi della "Nuova Terosia". La linea che separa gli scintillanti palazzi di progresso e potere dai vecchi e rovinosi edifici su cui poggiano le nuove città, è il punto in cui le corporazioni corrotte strizzano l'occhio al malaffare.

Nella città di Yantara, la Capitale, sono in corso molti scavi archeologici per riportare alla luce quella che si ritiene essere sopravvissuta dell'antica città prima dei bombardamenti. La tipica scelta terosiana per gli spazi prevede solitamente un luogo di aggregazione costituito da una piazza con fontane o giochi d'acqua, estremamente apprezzati, o in epoca recente, da lunghi viali ordinati esclusivamente usati a piedi o con piccoli mezzi pubblici antigravità. Anche i viali non mancano di essere costellati da fonti di acqua per abbellire la zona.

I timidi tentativi di colonizzare lo spazio circostante, hanno garantito a Terosia una modesta influenza commerciale su tutta la regione, e plasmato la cultura terosiana verso un talvolta poco sano consumismo. I giovani Terosiani lasciano la famiglia molto presto, intorno ai 20 anni. Nonostante le arti e le scienze siano settori decisamente sviluppati, l'ingegneria civile, l'elettronica, il settore aerospaziale sono gli sbocchi occupazionali più concreti della classe media. Le classi sociali sono fortemente determinate da standard di benessere economico, ed il retaggio di una società divisa in caste sociali chiuse è svanito nel corso dei secoli fino ad essere relegato come vecchia usanza di un passato ormai lontano.

Il Teroth: la valuta terosiana

La valuta Terosiana ufficiale è il Teroth. Si tratta una valuta digitale evolutasi a partire dal Terosit del Vecchio Impero, ed è l'unica valuta ufficiale del Concordato Terosiano. Non è l'unica valuta accettata su Terosia, comunque. Con la privatizzazione della banca centrale di Terosia, e la susseguente "crisi monetaria delle 29 ore", il sistema bancario sviluppa, in un clima di deregulation totale, diverse nuove valute digitali che, grazie all'espansione del mercato elettronico su scala planetaria, si diffondono. Alcune muoiono nel giro di qualche decade, altre fluttuano pericolosamente creando e dissolvendo enormi fortune nel giro di pochi giorni. Sta di fatto che, per quanto il Governo cerchi di riprendere il controllo del mercato valutario del pianeta, sono numerose le valute "parallele" in circolazione. Alcune di queste vengono impiegate per condurre operazioni illecite, riciclaggio e contrabbando... o semplicemente per eludere le tasse (giudicate altissime) applicate dalle città di Terosia.

Viene applicato, per convenzione stipulata dagli organi governativi e federali, un cambio fisso tra Teroth e valuta federale standard (Crediti federali). Anche il latinum è una valuta accettata e riconosciuta. Vista la scarsità di Latinum nel Quadrante Delta, tale materiale è considerato ancor più pregiato che nel quadrante Alfa.

Stipendi tipici terosiani mensili (Città di Yantara)

  • Impiegato governativo = 6.500
  • Politico del governo centrale = 12.000
  • Vigile del fuoco = 8.500
  • Polizia terosiana (ufficiale) = 9.200
  • Militare terosiano (ufficiale) = 9.700
  • Insegnante universitario = 25.000

Stipendi tipici terosiani mensili (Città di Yanara)

  • Impiegato governativo = 5.000
  • Politico del governo centrale = 8.900
  • Vigile del fuoco = 5.800
  • Polizia terosiana (ufficiale) = 6.000
  • Militare terosiano (ufficiale) = 6.200
  • Insegnante universitario = 17.000

Stipendi federali mensili (In Teroth)

  • Gli stipendi federali tipici sono inclusi in una fascia compresa tra i 3.000 e i 3.500 Teroth mensili, con tutta una serie di convenzioni locali atte a incentivare il consumo di beni provenienti da Terosia.

Costo della vita medio per prodotti tipici (Città di Yantara)

  • Camera d'albergo economica per notte = 70 Teroth
  • Camera d'albergo di lusso per notte = 300 Teroth
  • Suite di lusso per notte = 1.000 Teroth
  • Pasto in ristorante economico = 50 Teroth
  • Pasto in ristorante di lusso = 200 Teroth
  • Tour in barca = 40 Teroth
  • Drink in locale tradizionale = 10 Teroth
  • Alcolico in locale tradizionale = 12 Teroth
  • Drink in locale di lusso = 17 Teroth
  • Alcolico in locale di lusso = 25 Teroth
  • Bottiglia di Fuoco Saturo/Fluido economica = 60 Teroth
  • Bottiglia di Fuoco Saturo/Fluido invecchiata = 175 Teroth

Costo della vita medio per prodotti tipici (Città di Yanara)

  • Camera d'albergo economica per notte = 45 Teroth
  • Camera d'albergo di lusso per notte = 200 Teroth
  • Suite di lusso per notte = 650 Teroth
  • Pasto in ristorante economico = 28 Teroth
  • Pasto in ristorante di lusso = 125 Teroth
  • Tour in barca = 15 Teroth
  • Drink in locale tradizionale = 6 Teroth
  • Alcolico in locale tradizionale = 7 Teroth
  • Drink in locale di lusso = 11 Teroth
  • Alcolico in locale di lusso = 14 Teroth
  • Bottiglia di Fuoco Saturo/Fluido economica = 40 Teroth
  • Bottiglia di Fuoco Saturo/Fluido invecchiata = 100 Teroth

Accordi commerciali e amministrativi

Attualmente, la Federazione Unita dei Pianeti ha stipulato diversi accordi con il governo terosiano.

Accordo commerciale A seguito della distruzione, da parte della Nuova Federazione, delle due stazioni commerciali orbitanti, la piattaforma Zephir è dedicata al commercio, come polo di arrivo e transito per i commercianti che vogliono commerciare con Terosia. Non esistono dazi di alcun genere ed i vascelli vengono riforniti di materia grezza e deuterio fornito da Terosia. Terosia riconosce un'indennità per la sosta e l'affitto dei locali alla Starbase Tycho per ogni vascello commerciale attraccato. Questa politica è stata introdotta per attrarre commercianti lungo le rotte Fasherah e Nihydron, ma si è rivelata ottimale anche per il commercio con altre razze.

Accordo retributivo Gli effettivi della Flotta Stellare che prestano servizio su Terosia ricevono un'indennità da parte del Governo di Terosia, stabilita attraverso una convenzione bilaterale. Tutti gli effettivi della Flotta Stellare ed alcuni privati cittadini federali che lavorano sulla Starbase Tycho, accedono ad una serie di agevolazioni (trasporti, alloggi, accesso a mense e strutture ricreative governative) su Terosia e in tutto lo spazio terosiano. In cambio, la Federazione si impegna a mantenere il sostegno economico (porto franco) e militare in caso di attacco verso Terosia e i suoi sistemi limitrofi, nonchè ad un supporto allo sviluppo tecnologico ove necessario.

Accordo di circolazione A seguito dell'istituzione della linea Air-Tram One, che esegue la tratta piattaforma Zephir-Yantara, vengono concessi, salvo diverse disposizione, una libera circolazione tra i cittadini terosiani e cittadini federali nel limite delle violazioni legislative di entrambi i governi. Le procedure di estradizione sono attive e possono essere richieste in qualsiasi momento. La piattaforma Zephir è considerata territorio appartenente a entrambi i governi e luogo preferito di consegna di eventuali prigionieri. [Sospeso, con l'ingrsso temporaneo di Terosia nella Federazione]

Accordo lavorativo A seguito dell'accordo di libera circolazione, è stato incluso un accordo di libera prestazione lavorativa. A seguito di ciò, i cittadini di entrambi i governi sono autorizzati a lavorare per la controparte senza alcuna limitazione, seguendo le regole descritte nei contratti lavorativi e le leggi dei rispettivi governi. Questo accordo è divenuto parte integrante dell'accordo di ingresso temporaneo di Terosia nella Federazione.

Legge Terosiana

La legislazione terosiana è articolata in codici scritti che regolamentano tutti gli aspetti della vita cittadina. E' sostanzialmente un sistema somigliante al Civil-Law.

  • In caso di mancanza di un articolo legislativo, il giudice (che può essere solo di sesso femminile) decide in base a precedenti e gravità del reato.
  • La pena di morte (per affogamento) in vigore in alcuni stati Terosiani, è stata dichiarata illegale in occasione dell'unificazione del pianeta. Ciò nonostante, è una questione ancora ampiamente dibattuta. L'ingresso nella Federazione ha allontanato ulteriormente la possibilità di reintegro di questa pratica.
  • Terosia non ha una legislazione restrittiva sulla vendita di alcol e droghe leggere, se non un'età minima per detenzione e acquisto, di 19 anni.
  • Terosia non ha una legislazione restrittiva sulla prostituzione, purchè la professione sia registrata e si paghino le tasse statali e locali.
  • Terosia ha pene severissime per l'utilizzo dell'ingegneria genetica non regolarmente registrata agli enti governativi.
  • Terosia ha pene severissime per gli abusi e maltrattamenti su minore, omicidio, incitazione alla propaganda antigovernativa, evasione fiscale.
  • Curiosamente, Terosia non punisce i reati di truffa in modo grave, ma impone la restituzione dei beni truffati e una sanzione amministrativa blanda.
  • La corte è costituita, per reati di media/bassa entità, e per le cause civili, da un giudice che applica il codice legislativo. Per reati gravi, la corte è costituita da tre giurie popolari distinte, ognuna costituita da 7 terosiani e un giudice che segue il regolare svolgimento del processo. Le giurie non sono visibili dall'aula, poichè chiuse all'interno di sale protette. Questa misura di sicurezza serve ad evitare qualsiasi influenza degli avvocati verso la giuria e per la protezione della stessa da minacce esterne. Il verdetto viene stabilito dal giudice che, tuttavia, deve tenere conto dell'opinione delle giurie. La difesa e l'accusa si fronteggiano in un processo basato sulla dimostrazione preliminare delle prove, disquisendo su ognuna di esse a favore o contro. Dopo questa serie di arringhe iniziali, il giudice ratifica la lista dei testimoni richiesta da difesa e accusa alle giurie. Al termine degli interrogatori ai testimoni, che possono includere anche metodi piuttosto aggressivi, gli avvocati dichiarano le loro richieste.

Scienza e Tecnica

La tecnologia Terosiana è generalmente avanzata, ed incentrata sulla scienza dei materiali e delle costruzioni. Una poderosa marina mercantile solca costantemente i mari del pianeta. Le università del pianeta (tutte grandemente foraggiate da questa o quella corporation) sono considerate eccellenti sono tutti i punti di vista, e l'alfabetizzazione scientifica della popolazione è altissima. Il vertiginoso sviluppo verticale dei palazzi delle città di Terosia è reso possibile da un corpo ingegneristico unico nel suo genere. Anche lo sviluppo delle armi e dell'ingegneria astronavale è all'avanguardia: Terosia dispone di una piccola flotta di navi (principalmente mercantili) in grado di raggiungere curvatura 7.8. L'ingegneria genetica è costantemente padroneggiata ed applicata, ma vige il divieto categorico di applicarla sugli embrioni, se non per ragioni mediche giudicate gravi.

Diversi laboratori di sviluppo tecnologico sono sparsi sul pianeta con compiti diversi e fondi assegnati dal governo centrale: tra i più foraggiati c'è l'industria dell'energia, per cercare di ovviare e superare i limiti di conoscenza nella manipolazione dell'antimateria, attualmente considerata molto pericolosa e per questo usata solo in ambito militare. Molti progetti sono in corso sia per continuare lo sviluppo e la sperimentazione della fusione nucleare, sul pianeta e in spazio aperto, sia per forme di energia esotiche, non meglio specificate e classificate.

Tecnologia bellica - Forze di difesa

La Gul’a Chitetezo, letteralmente Forza di Difesa Terosiana è il nome assunto dalle forze armate di Terosia in seguito alla riforma del secolo scorso.

Essa va a comprendere Esercito, Marina, Aeronautica, Forze di Polizia e della Flotta Spaziale Terosiana.

Sottoposta ad un comando supremo, denominato Lamul’a Chitetezo cui sottostanno i comandi supremi delle singole forze, si direbbe essere una struttura estremamente gerarchizzata, ben controllata e (comunque) sottoposta in una certa misura al controllo da parte del Governo Civile, con pesi e contrappesi legislativi che ne garantiscono e ne regolano ogni singolo aspetto.

Bombardiere Hope

Antico aereo da da bombardamento terosiano, risalente all’incirca al 22esimo secolo. L’aereo di fatto non è mai stato usato. Il velivolo è capace di trasportare bombe a fusione ad alto potenziale, teleguidate, capaci di distruggere intere città in un unico passaggio. E’ un aereo capace di volare ad altissima quota, vista la tecnologia ibrida di propulsione atmosferica/spaziale oltre la velocità del suono (Mach 1.7) in atmosfera, solo discretamente maneggevole, ma pesantemente corazzato.

I potenziati

I terosiani potenziati sono stati una vera e propria arma concepita per la guerra, a cui si possono reperire poche informazioni, motivabile sia dalla catastrofe della terza guerra globale (2100 SDF) sia dalla diaspora del 10% degli individui potenziati scampati all'arma genetica concepita per sterminarli - che non è stata una fuga repentina ma un esodo accuratamente pianificato nell'arco di un decennio abbondante.

I potenziati vengono dipinti come dei terosiani la cui stazza è del tutto compatibile con la corporatura standard di un terosiano, risultandone in molti casi anche più asciutta; questo perché la loro superiorità scaturisce non da una muscolatura più vistosa ma da coordinazione, resistenza allo sforzo e forza per unità di massa - tutte caratteristiche con valori ben oltre l'ordinario, che potremmo facilmente definire "sovrumane". Ovviamente vi si deve aggiungere l'intelletto, che è forse la peculiarità più sbalorditiva, benché da associare sempre al tratto quasi ferale di un'aggressività fuori dal comune - quest'ultima più vistosa nella primissima generazione di individui, ma è lecito pensare si sia conservata quale fondamento della loro innata efferatezza e della tendenza a soggiogare coloro che ritenevano inferiori.

Portaerei Val'Anaires

Portaerei della marina terosiana, comandata dal Capitano Zaat'Felak.

La portaerei è lunga oltre un chilometro ed è dotata di piste di decollo multiple, oltre che a numerose bocche di fuoco per armi terra-aria. E' imprecisata la gittata di tale nave, così come non è conosciuto il mezzo nel quale si muove. Attualmente, le informazioni più aggiornate, ritengono il vascello non capace di volo, ma solo di movimentazione sull'acqua.

La velocità è altresì ignota, ma vista la tecnologia dispiegata, con una sorta di deflettore per diminuire l'attrito, reattori a fusione, gravità inferiore rispetto a Sol III e idrodinamica di primo livello, una stima possibile è che tale vascello, in condizioni di crociera, possa superare abbondantemente i 70 nodi nautici (circa 130 km/h) potendo spostarsi in modo sufficientemente rapido nei mari terosiani.

E' accertato che disponga di un dispositivo di occultamento, il che la rende potenzialmente difficile da individuare. E' altresì confermato che possiede, oltre a testate convenzionali, anche testate basate su antimateria.

Non è certo se il vascello sia protetto da scudi di derivazione aerospaziale, rendendone dunque l'abbattimento difficoltoso.

Grattacielo Yarema

Il Grattacielo Yarema è il più alto e lussuoso grattacialo del pianeta. Inaugurato nel 2397, è un gioiello dell'architettura terosiana, sia per l’ingegneria, che per l’audacia delle forme. Un palazzo che si affaccia sul lunghissimo Viale solare, che sta subendo una riqualificazione con la costruzione di palazzi avveniristici e dalle altezze assolutamente inimmaginabili. Su Terosia i maggiori grattacieli si possono misurare tutti oltre i 1000 m., ma il grattacielo Yarema ha superato ogni record per altezza, arrivando a 2476m. sulla Torre 1, 1972m. sulla torre 2 e 1432m. sulla terza torre. Tali torri sono tra loro collegate da terrazze all'aperto e parzialmente protette. Ogni tetto è dotato di una piattaforma di atterraggio. I piani calcolati calpestabili sono 482, 384 e 279 per ognuna delle torri. La superficie disponibile non è stata divulgata.

Al suo interno troviamo una moltitudine di servizi, tra cui il lussuossimo hotel Yaletha, ristoranti, uffici, musei, scuole e ovviamente case private. Il supergrattacielo è costruito a misura di terosiano, con microspazi verdi distribuiti, zone d’acqua e confort ambientale di primissimo livello. E’ alimentato da una centrale a fusione autonoma, che consente di classificarlo fra i più efficienti del pianeta.

Storia

La storia terosiana è caratterizzata da una moltitudine di guerre, dovute principalmente alla scarsità di terre emerse. Lo sviluppo di armamenti è sempre stato un fulcro fondamentale della loro società - spesso concausa del loro generale progresso tecnologico. Breve cronologia (riportata in anni std federali)

15.000 a.c. circa
Primi insediamenti sedentari sulle isole degli arcipelagi principali
12.000 a.c. circa
Invenzione della ruota, controllo del fuoco
9.000 a.c. circa
Sviluppo della scrittura
5.000 a.c. circa
Primo attraversamento via mare dei continenti sfruttando la grande estensione dei ghiacci polari.
1.000 a.c. circa
Prima guerra globale con l’uso di barche e archi per la maggior parte. Si stimano 20.000 vittime
200
Seconda guerra globale, sviluppo della metallurgia e conseguente maggior potenza di lancio delle frecce. Stimate 150.000 vittime.
375
Vengono inventate le prime armi da fuoco.
500
Fa la sua prima comparsa un propulsore a vapore.
700
Viene costruito il più grosso piroscafo conosciuto. Lungo 492m., è mosso da motori a vapore alimentati da combustibili fossili. Non è una nave da guerra, ma dà il via al commercio globale.
922
Il primo modello di aeroplano viene inventato da Minah'Gath, considerata la madrina dell'aviazione. Un mezzo monoala, sospinto da uno dei primi motori a combustione esterna, consente il volo per circa 15 metri, prima di schiantarsi sulla prima casa, uccidendo il marito.
1.200
Guerra secolare. Lo sviluppo marittimo è talmente elevato da essere paragonabile a quello terrestre del 1800. Si hanno motori con combustibili fossili altamente inquinanti e un'aviazione che trasporta bombe ancora di modesta entità. In cento anni di conflitti si stimano 12 milioni di vittime.
1569
Viene scisso l’atomo. Elementi pesanti vengono usati per le prime reazioni nucleari, risolvendo il problema energetico globale. La tecnologia consente di creare piattaforme oceaniche per ampliare le terre emerse. Avviene una poderosa corsa agli armamenti con conseguente minaccia di estinzione.
1662
Invenzione della fusione atomica.
1752
Disastro atomico. Una grossa centrale viene fatta esplodere con dolo nel continente nord occidentale, che registra un sisma e uno tsunami che uccidono il 90% della popolazione concentrato nella pianura. Si stimano 70 milioni di vittime e il continente nord occidentale quasi azzerato nella popolazione e nelle sue strutture fisse. Viene stipulato un accordo di non sviluppo di armi atomiche e di maggior sicurezza dell’atomo.
1854
Il continente nord occidentale, ripresosi dall’attacco subito, sviluppa una nuova e potente arma. I potenziati genetici. Vengono sviluppati i primi 17 soggetti, a cui se ne aggiungono 12 dopo nemmeno un anno. I 29 mostrano una forza superiore alla media. Mentre i primi 17 sono particolarmente aggressivi al limite dell’avventatezza, i dodici successivi dimostrano un maggior equilibrio prendendo il comando dopo pochi anni dalla pubertà.
1886
Il continente nord occidentale ha un esercito di 1000 soldati potenziati che però non obbediscono agli ordini impartiti dai loro creatori. Si sviluppa un’alleanza tra i tre continenti per cercare di limitare l’insorgere dei soldati fuori controllo. Le vittime tra i Terosiani sono stimati intorno ai 20 milioni, tra i potenziati ne muore uno solo, sconfitto grazie ad armi di distruzione di massa di natura chimica. La guerra dura dodici anni. I potenziati sviluppano nuove armi, metallurgia, arte, tecnologia, chimica. Migliorano ogni aspetto della vita quotidiana e si insediano stabilmente nel continente nord occidentale, che conquistano facilmente. Dall’alto del loro potenziale instaurano una forma di governo assoluta e dittatoriale.
1898
Il primo impero Terosiano a livello globale viene dichiarato ufficialmente.
1925
La ribellione nei confronti dei potenziati genetici diventa sempre maggiore ed abbraccia strati crescenti della società civile Terosiana, che inizia a raccogliersi in società segrete e movimenti di resistenza. Diversi attentati suicidi conducono alla morte di sette potenziati.
1934
I potenziati inventano un dispositivo di induzione sinaptica per controllare le menti dei Terosiani. E’ un ventennio di tortura a livello globale
1980
I potenziati iniziano ad affacciarsi allo spazio con il lancio del primo satellite di controllo artificiale. Oramai sono in decine di migliaia ad aver acquisito le migliorie genetiche.
2017
E’ un anno chiamato anno della rinascita. Un terosiano, un medico, sviluppa un vettore virale in grado di che attaccare un particolare recettore collegato ad un gene comune a tutti i i potenziati. I potenziati iniziano ad ammalarsi, ma un buon 10% della popolazione sopravvive grazie a mutazioni spontanee. Nel 2020 i potenziati superstiti lasciano il pianeta a bordo di un vascello da loro costruito; il costo in vite sta diventando eccessivo ed hanno la tecnologia per invadere nuovi mondi e conquistarne e plasmarne altri.
2035
Dopo un complesso processo che porta Terosia a dotarsi di una democrazia grossomodo “equa”, il governo terosiano si trova di fronte ad una grave crisi economica e produttiva. Si trova tecnologicamente fermo a due secoli prima. Tutto lo sviluppo tecnologico è stato portato via dai potenziati.
2050
C’è un forte incremento demografico: inizia a verificarsi un principio di sovrappopolazione.
2100
Lo sviluppo energetico raggiunge la fusione in dispositivi portatili, che viene sfruttato, ahimè, per la terza guerra globale dopo anni di relativa pace. Le vittime sono centinaia di milioni ed i terosiani sono sull’orlo dell’estinzione. Solo il continente equatoriale è ancora relativamente scevro di degli ingenti danni strutturali che flagellano le altre città di Terosia.
2105
Un meteorite cade nel continente equatoriale. 27 milioni di vittime con la capitale distrutta. Rimangono poco più di 2 milioni di Terosiani.
2107
Viene raggiunto un accordo tra i rappresentanti dei superstiti, con la fondazione del governo planetario e la rifondazione delle città. Il continente equatoriale orientale viene scelto per la ricostruzione della capitale.
2201
I Terosiani hanno superato il rischio di estinzione e si programma lo sviluppo di espansione all’interno del proprio sistema solare. Esistono infatti ben tre pianeti colonizzabili, di cui uno di classe M e due di classe P, adatti alla vita, satelliti di giganti gassosi.
2225
I tre continenti sono ripopolati, costruiti sulle vecchie città che fungono letteralmente da fondamenta. Sotto un fiorente strato sociale di borghesia tecnologicamente sviluppata e classe elevata, si sviluppa tutto un sottomondo di malaffare, degrado ed attività illecite.
2238
Parte la missione di colonizzazione del pianeta di classe M del sistema. La missione di colonizzazione fallisce a causa di un patogeno altamente tossico per la fisiologia terosiana.
2250
Si stima che per arrivare sui pianeti di classe P sia necessario un viaggio di circa 35 anni con le tecnologie attuali.
2252
Parte il programma governativo atto a costruire strutture abitabili nell’orbita geosincrona del pianeta natale.
2345
Viene inaugurata la prima stazione spaziale orbitante di Terosia, a quasi un secolo dalla fondazione del programma; la prima stazione spaziale capace di contenere fino a 150.000 persone. E’ avanzatissima a livello tecnologico, e sfrutta la fusione che i Terosiani hanno sviluppato e padroneggiato nei secoli addietro.
2374
Avviene il primo contatto con una specie mercante e la base diviene il polo commerciale più ricco del pianeta. Il primo volo a curvatura dei Terosiani avviene senza grossi incidenti con un propulsore a fusione. Per loro si apre la possibilità di esplorare e colonizzare nuovi mondi.
2375
Il forte scambio commerciale e tecnologico dà nuovo impulso all’architettura Terosiana, che si innalza ancora, rendendo le città ‘meravigliosamente moderne’ ed aggiungendo un ulteriore livello di stratificazione culturale. Nelle fondamenta delle vecchie città vi è la criminalità più incallita ora rafforzata dagli alieni. Nel substrato centrale, le città costruite dopo la terza guerra globale ospitano i ceti medi, ma la criminalità è in ogni caso presente. Le sfavillanti parti alte delle città ospitano i magnati, politici e parte ricca della popolazione. Sono presenti piazze sospese, grattacieli modernissimi, la cui costruzione è resa possibile dalla bassa gravità e dalla ricchezza di materiali del pianeta, oltre che dal commercio extraplanetario. Nonostante la criminalità però, non vi sono prospettive di guerre.
2379
Avviene la prima reazione Materia/Antimateria da parte dei Terosiani. Ispirati dalle altre culture che posseggono la curvatura, anche i Terosiani investono moltissimo per lo sviluppo di reattori ad antimateria e propulsione di curvatura per non restare indietro. Viene terminato lo sviluppo della seconda base orbitante.
2382
Si stabilizza un tunnel spaziale a meno di 100 milioni di chilometri dal pianeta e, dopo pochi mesi si manifesta alle porte del tunnel, una mastodontica flotta sconosciuta. E’ la Nuova Federazione, che tuttavia non presta particolare attenzione al pianeta e svanisce dai sensori nel giro di pochi minuti.
2391
Prima Battaglia di Terosia La Flotta della Nuova Federazione tenta la conquista dei Terosiani, ma una sopraggiunta Task Force della Federazione, ne intercetta l’operato. La Federazione non riesce tuttavia ad impedire la distruzione delle due stazioni orbitanti. Una delle due riesce ad essere evacuata, ma le perdite sulla seconda stazione saranno ingenti. La Federazione Unita dei Pianeti, a seguito di un crescente potere della Nuova Federazione, approva un piano comune di intervento che fa di Terosia un protettorato nel 2391. Le condizioni sono tutt’altro che semplici: la Federazione invia i suoi migliori diplomatici a trattare con la popolazione Terosiana, la quale accetta quale risarcimento la costruzione di una stazione orbitante di commercio, sotto la cura ed il controllo della Federazione, coordinata con i Terosiani. La Flotta Stellare, forza armata della Federazione, dovrà garantire difesa di Terosia e dei suoi abitanti da ogni minaccia per i prossimi 50 anni ed il 5% degli introiti commerciali dovrà essere ceduto al Governo di Terosia. Mentre il fronte nazionalisitico della politica terosiana è in subbuglio, la Federazione dall’altro lato del tunnel viene accusata di cercare di estendere il proprio potere lontano dai propri confini.
2395
La Stazione Tycho è in orbita e a metà strada tra il tunnel ed il pianeta, garantendo una protezione del pianeta e del tunnel. Ha luogo la Seconda Battaglia di Terosia
2397
La Federazione inizia una campagna di arruolamento nella popolazione Terosiana. L'operazione ha scarso successo nei confronti della media borghesia delle classi più agiate, mentre i veri interessati sembrano essere i reietti che popolano i bassi fondi del limite cittadino. Nonostante il livello di legalità tutt'altro che rassicurante di quegli ambienti, la Flotta trova terreno fertile proprio in coloro che non hanno posto nella società Terosiana. La Federazione inizia le procedure per l'inclusione di Terosia come membro effettivo dell'Alleanza.

2391 - Prima battaglia di Terosia

Attacco a Terosia e alle sue stazioni orbitanti

La Prima Battaglia di Terosia ha avuto luogo nel 2391 nel sistema Reckz'ar, nei pressi del terzo pianeta e delle basi orbitanti Merida e Zephir Olam del governo terosiano.

Le forze che si sono scontrate hanno visto coinvolta la Nuova Federazione da un lato contro le basi orbitanti e le difese planetarie terosiane in prima battuta e la Federazione Unita dei Pianeti in seconda battuta.

La vittoria finale è stata appannaggio dell'alleanza Federale-Terosiana, ma la battaglia ha segnato la distruzione delle base Zephir ed i suoi cittadini e della base Merida, seppur evacuata.

Conflitto

L'attacco da parte della Nuova Federazione vede un massiccio impiego di vascelli tecnologicamente avanzati per le difese terosiane, che constano di alcuni satelliti di sorveglianza e difesa con armi a particelle poco efficaci per gli scudi dei vascelli di Kavanagh e scudi di difesa progettati sopratutto per la protezione dalle radiazioni della stella Rezk'ar e di fondo. L'attacco con armi ad antimateria non è stato mai lontanamente concepito da parte dei terosiani.

Premessa la vulnerabilità delle stazioni Merida e Zephir, la flotta della Nuova Federazione, appena uscita nel sistema ha portato un attacco preventivo alla base orbitante Zephir, che ne ha danneggiato il core centrale e reso l'orbita instabile dopo pochi colpi di phaser.

Dopodichè, Kavanagh in persona ha richiesto la resa incondizionata. Resa, che per il popolo terosiano, equivaleva a una dittatura e perdita dello status di pianeta commerciale libero; resa che è stata, dunque, rifiutata con un contemporaneo segnale di soccorso ripetuto.

Le operazioni di soccorso delle due stazioni sono state intanto avviate, ma la Zephir viene colpita nuovamente, e seppur non esploda all'impatto, l'orbita decadente la vede incendiarsi con la maggior parte del personale a bordo a contatto con l'atmosfera di Terosia pochi minuti dopo senza che si possa far nulla per raddrizzare la situazione.

Mentre la Zephir brucia con ancora decine di migliaia di persone a bordo e dal pianeta la situazione sia chiaramente visibile, la stazione Merida viene colpita a sua volta, seppur parzialmente evacuata.

Il segnale di soccorso lanciato dal pianeta trova accoglimento da parte della Federazione, che mobilità nel minor tempo possibile, una flotta di vascelli. Un segnale di risposta viene dato dai vicini nihydroniani che tuttavia, sono a diverse ore a curvatura massima.

Vengono impiegate in battaglia la U.S.S. Ardent, Classe Saber, la U.S.S. Atlas, Classe Akira, la U.S.S. Endeavour, Classe Intrepid, la U.S.S. Escaflowne, Classe Steamrunner, la U.S.S. Independence, Classe Akira, la U.S.S. Langley e la U.S.S. Protector, Classe Defiant e la U.S.S. Resolution, Classe Prometheus.

Le due navi di classi Defiant e la Prometheus, scortate dai caccia lanciati dalle due classi Akira formano un perimetro di protezione per consentire la maggior protezione possibile al pianeta.

Le restanti navi contribuiscono al teletrasporto del personale intrappolato nelle basi in orbita ormai compromessa, salvando migliaia di vite in quei pochi minuti a disposizione. Molti dei terosiani a bordo dei vascelli federali hanno potuto osservare le le loro basi orbitanti impattare e bruciare nell'armosfera.

L'attacco viene respinto e la flotta di Kavanagh è costretta al ritiro anche per via delle risposte multiple delle associazioni di commercianti, già in rotta versa Terosia a difesa del polo commerciale.

Epilogo

  • Decessi Terosiani: 36.587
  • Decessi Federali: 112
  • Unità distrutte: 2 (Base Zephir e Merida)
  • Palazzi danneggiati a terra: 3

2395 - Seconda battaglia di Terosia

La Seconda battaglia di Terosia ha avuto luogo il 18 Giugno 2395 nel sistema Reckz'ar, nei pressi del terzo pianeta e della starbase Tycho della Federazione Unita dei Pianeti.

Le forze che si sono scontrate hanno visto coinvolta la Nuova Federazione da un lato contro la Federazione Unita dei Pianeti e la flotta di difesa Terosiana dall'altro. La vittoria finale è stata appannaggio dell'alleanza Federale-Terosiana, seppur i danni riportati siano stati importanti in termini di vite e risorse.

Cause e svolgimento dell'attacco

L'attacco della Nuova Federazione è stato condotto secondo il più classico dei concetti strategici, ovvero in un momento inaspettato, non consentendo al nemico una rapida reazione.

Il fattore sorpresa è stato reso possibile da una concomitanza di fattori:

  • Rapporti tra Federazione e Terosia in ampia distensione, con minore attenzione e stato di allerta reciproco;
  • Inattività della Nuova Federazione per un periodo di tempo prolungato;
  • Reindirizzamento di alcune unità di pattuglia a operazioni di manutenzione periodica, aggiornamento, raccolta dati ed esplorazione e mappatura.

Oltre tre quarti della flotta era suddivisa tra esplorazione e aggiornamento nel quadrante alfa, dall'altra parte del tunnel. La USS Atlas fu la prima, durante il test dei sistemi, a ricevere l'ordine di richiamo per un attacco massiccio da parte della flotta della Nuova Federazione.

La tattica della Nuova Federazione fu semplice quanto efficace: puntare il fuoco inizialmente verso le unità civili di trasporto da e per Terosia, separando in schieramenti più piccoli e aumentando il fronte di difesa per le unità Federali.

La USS Atlas e la sua gemella, USS Independence, furono le prime a rientrare a difesa del territorio federale-terosiano, dispiegando le proprie unità di difesa e frapponendosi tra la flotta civile federale e terosiana verso il pianeta. In questo modo fu stabilito il primo confine di sbarramento che diede il tempo ai civili di atterrare sul pianeta e mettersi in salvo.

Con le due navi di classe Akira impegnate a mantenere un perimetro di difesa e contrastare le potenti armi isolitiche della Nuova Federazione, il grosso della flotta concentrò il fuoco sulla Starbase Tycho e sui vascelli frappostisi. Il risultato furono alcune brecce negli scudi della stazione, non ancora operativa al 100% per potenza di fuoco e difesa, con tentativi di abbordaggio respinti con grosso sacrificio dalle unità della sicurezza della flotta stellare e civili.

Il fronte di difesa delle due unità di classe Akira fu pesantamente rinforzato all'arrivo e al rapido posizionamento della USS Fortesque, Classe Nebula e USS Pandorum, Classe Galaxy. Messe completamente in salvo, il fronte di difesa dei quattro vascelli e caccia d'attacco andava ad avvicinarsi verso la Starbase Tycho, facendo indietreggiare la flotta nemica anche a costo di danni subiti.

La situazione inizia ad essere di completo stallo, con le difese dalla base logorate dalle pesanti bordate di armi isolitiche da parte della nuova Federazione, ma ancora in funzione, mentre dall'altro il fronte di attacco veniva sempre più tagliato e compattato dal raggruppamento dei vascelli federali ed un possente fuoco combinato.

L'apertura del tunnel ed il conseguente passaggio dei rinforzi federali fecero volgere inaspettatamente e repentinamente l'ago della bilancia verso la flotta federale-terosiana. L'ammiraglia USS Templar, Classe Theurgy, supportata dalla USS Langley e USS Protector, entrambe di classe Defiant e la USS Resolution, Classe Prometehus, portò al rapido consumo delle difese della Flotta nemica, con ingenti danni inflitti dai passaggi in mezzo alle linee nemiche della Langley e della Protector, a sfondare una prima linea grazie alla potenza e all'agilità dei piccoli vascelli.

La Templar, concepita esclusivamente per una superiorità in battaglia, fece gran voce nel danneggiare in modo pesante senza danni numerosi vascelli nemici.

Nonostante il caos generato, la battaglia stava volgendo rapidamente a termine; sfruttando la confusione, nel ritirarsi, la flotta della Nuova Federazione lanciò una sonda diretta verso il tunnel spaziale. Tale sonda risultò quasi inosservata dai vascelli.

L'oggetto venne intercettato dalla USS Tromsø: alla deriva con l'energia ausiliaria in lento esaurimento, non distante dalle propaggini del tunnel per la 218, il personale della classe Norway non potè far altro che osservare la deflagrazione della sonda-ordigno ed il collasso del tunnel spaziale.

L'onda generatasi investì tutti i vascelli dal tunnel alla base, indiscriminatamente, danneggiandone molte in modo irreparabile e danneggiandone molte anche in modo severo.

La Templar perse gli scudi per l'impatto, che salvò molti dei vascelli coperti dal suo cono d'ombra, ma si rese vulnerabile agli ultimi attacchi della flotta di Kavanagh prima del ritiro, venendo colpita direttamente alle gondole e al nucleo di curvatura, che solo per miracolo non esplose grazie alla riattivazione di emergenza degli scudi di poppa.

La flotta di Kavanagh prese la via della ritirata, anch'essa pesantemente danneggiata, ma senza unità inoperanti; sebbene la battaglia di Terosia sia stata vinta dalla Flotta Stellare, con grande sacrificio di navi e personale, le sorti complessive del conflitto sembrava esser in mano alla Nuova Federazione che, nel giro di poche ore, era riuscita a dimezzare l'operatività della Decima Flotta, colpire pesantemente la Tycho e minare i rapporti con Terosia, tirata dentro ad un conflitto in cui la popolazione aliena non era stata chiamata in causa.

I rifornimenti dal quadrante alfa, fattore determinante per la difesa del settore terosiano, hanno messo la Federazione in una posizione di netta inferiorità non solo verso la Nuova Federazione, ma anche e sopratutto verso le specie autoctone, perdendo forza e credibilità di contrattazione.

Epilogo

  • Decessi Terosiani: 27
  • Decessi Federali: 365
  • Unità danneggiate: 25
  • Unità distrutte: 4