Sez. Difesa e Sicurezza

Torna Indietro

Dotazioni aggiuntive e speciali

Equipaggiamento Personale

Vernici e Schiume

Vernice anti-radiazione

Vernice ad azione assorbente di parte dello spettro elettromagnetico nocivo per le forme di vita biologiche.

Effetto / Principio di funzionamento
Assorbimento del 15% delle particelle di massa esigua dello spettro EM nocivo.
Interazioni
Attualmente non compatibile con verniciatura schermo-riflettente
Costo
5.000 Teroth a barile
Fornitura
1 barile da 200 litri. Variabilità cromatica a scelta
Resa
7,5 [m2/l]
Rivenditore
Laboratori Namkon
Applicazione
Strato uniforme min 1.25 [mm], secondo tecnologia normale, manuale o automatizzata, superficialmente allo scafo o come strato intermedio alle verniciature.

Vernice schermo-riflettente

Vernice con capacità di deflessione della radiazione EM d'impulso, con capacità di ingannare o eludere completamente i sensori

Effetto / Principio di funzionamento
L'impulso EM emesso dai sensori viene deflesso o rifratto con moto caotico/browniano, riducendo in funzione variabile la sezione radar dell'oggetto su cui la vernice è applicata.

Applicazione e risultati

Uno strato da 0.95 mm automatizzata con una riduzione della superficie visibile dai sistemi sensori dipendente dalla tipologia di navetta:

Tipo 9
Viene rilevata come un piccolo ammasso di roccia di 2 metri di dimensione.
Tipo 10
viene rilevata come un detrito metallico di circa 2 x 2 x 1.2 metri.
Tipo 11
Viene rilevata come una sorta di Workbee.
Tipo 18
Confondibile con rumore di fondo.
Classe Argo
Viene rilevato come un detrito di 20 cm. di diametro nonostante le consistenti dimensioni.
Classe Arrow
Viene rilevato come una nave di classe 10.
Classe Danube
Viene rilevata come una classe 11.

Schiuma Neutronica

La schiuma neutronica è stata testata dalla Starbase Tycho, garantendo una maggiore resistenza strutturale compresa tra 15,5 volte e 18.9 volte del tritanio tradizionale, a seconda della preparazione del fondo metallico, che deve essere portato a un grado di rugosità grezzo, assimilabile ai pezzi tradizionali da fonderia. Tale rugosità è abbastanza simile a quella standard delle paratie di tritanio, garantendo un valore di 17.15 volte la resistenza standard.

A test comuni, tale resistenza garantirebbe una protezione completa da siluri fotonici e danni minimi da siluri quantici. La non replicabilità da parte della stazione Tycho e il costo spropositato fa si che la flotta possieda piccole quantità di tale materiale.

Batterie e Celle Energetiche

Celle energetiche sub-quantiche

La densità di energia di queste celle risulta essere pari a 8 volte rispetto alla celle energetiche standard della Flotta Stellare al Sarium Krellide. In sostanza la carica è maggiore al netto di un minore ingombro delle celle stesse, le quali risultano anche compatibili con il sistema di ricarica ad induzione della Flotta Stellare. Di seguito si indicano alcuni esempi di applicazione di tali celle energetiche.

Una cella energetica di 10 cm^3 è utilizzabile:

Cristallo di trilitio in forma solida

Da sostituire al cristallo di dilitio presente. Questo materiale consentirà di aumentare in modo considerevole l'output del reattore in modo stabile di circa 9 volte. Questo cristallo tende a deteriorarsi rapidamente, per cui una volta attivato, la sua durata sarà di circa due ore. Anche l'output dei phaser saranno di conseguenza inalzati per un breve periodo di tempo, anche se bisognerà fare i conti con i possibili sovraccarichi della rete di energia. I tecnici federali non hanno ancora avuto modo di progettare un sistema aggiornato di rilascio. Ne esistono in totale 2 prototipi (uno affidato alla U.S.S. Independence, uno sulla Starbase Tycho).

Batterie al trilitio

E' stata realizzata grazie alla tecnologia di contenimento Larethiana, stabilizzando l'energia che l'esplosivo può rilasciare. E' sostanzialmente una batteria monouso ed è possibile installarla semplicemente. E' consigliato utilizzarla per le situazioni di emergenza. Dalle simulazioni degli scienziati federali, potrebbe dare un fattore di solidità degli scudi pari a 3 volte il fattore nominale per circa 3-4 minuti.

Attrezzatura Medica

Camera di Guarigione

Si tratta di una sorta di camera di stasi con una tecnologia capace di simulare una sorta di sacca con liquido amniotico che consente di trattare, grazie al replicatore di materia organica pluripotenziale, una completa rigenerazione anche in caso di gravissime ferite, incluse quelle emorragiche. Tecnologia molto superiore a quella federale, di matrice Vidiana.

Acquisita e studiata dalla Decima Flotta nel 2398. Per il corretto funzionamento necessità del Fluido di Rigenerazione acquistabile su FULCRUM, oppure presso la Stazione "Miramar" o, tramite un intermediario, alla Sazione Namkon.

Maggiori informazioni:

Strumentazione medica varia

Saturatore portatile con coagulatore rapido
Si tratta di un dispositivo che consente di poter coagulare il sangue su arterie e vene ferite, utile per un trattamento in emergenza, evitando emorragie interne ed esterne. E' possibile l'utilizzo anche in caso di ustioni, tramite l'applicazione di un film protettivo con azione di divesa contro le infezioni.
Scanner embolico
È un particolare scanner che riesce ad individuare emboli ed aneurismi in formazione/presenti in circolo e, senza operazioni invasive, attraverso un preciso campo di microteletrasporto chirurgico, a trasportare via l'embolo e/o il coagulo. Strumento testato e acquisito.

Maggiori informazioni:

Bisturi demolecolarizzante
Bisturi con integrato una tecnologia di teletrasporto con precisione del micron e una portata di 40 cm. Composto da una cartuccia di materia organica pluripotenziale, viene selezionato il tessuto da riprodurre e, assieme al visore EQG (Eco Quantum Graphic) consente il posizionamento esatto di materia per riparare organi, arterie o quanto replicabile. Può al contempo rimuovere e incidere materiale a distanza.
Correttore sinaptico
Utilizzato per correggere fisicamente difetti e tessuto cicatriziale nell'encefalo. E' potenzialmente in grado di attenuare comportamenti aggressivi dei detenuti di carceri di massima sicurezza ed è utilizzato dalle organizzazioni criminali per nuove forme di interrogatorio.

Farmaci e Sostanze

La madre dei sogni
Droga allucinogena, usata come antiansiolitico in quantità prescritte e controllate, dato che in caso di caso di utilizzo associato a un sonnifero, ha la proprietà di regolare il sonno, inibendo la possibilità di avere incubi. Durante lo stato di veglia, la madre dei sogni, in quantità basse, è un allucinogeno vivido, ovvero dona allucinazioni con lucidità del soggetto, che riesce a capire, se sufficientemente attento, che alcuni elementi non sono reali. In quantità elevate, funziona quasi come una sorta di psicotropo aggressivo invece, rilasciando fiumi di composti che azzerano l'inibizione, il senso del pericolo e la reticenza dei soggetti.
Arcobaleno liquido
Capsule assolutamente legali, che stimolano i centri del piacere encefalici, con risposta fisica relativa.

Maggiori informazioni:

Iniettori di antimateria con becco in trilantanio
Il trilantanio applicato a un oggetto come gli iniettori di plasma, consente un risparmio di combustibile del 15% e un miglioramento nella propulsione per un aumento del 22% delle portate stabili di antimateria. Fonte: Advanced Research for new Material in High speed propulsion, Utopia Planitia, 2394
Emettitori di antiprotoni
Generatore in grado di creare uno scudo antiprotonico, particelle dalla coesione di ordini di grandezza superiori a quelle conosciute. Necessita di grande potenza di input per generare il campo, ma ha un superficie di copertura di circa 225 m. di diametro per emettitore.
Centro di stampaggio 3D per strutture metalliche e polimeriche
Massimo tratto di stampaggio monolitico: 25x25x25 metri. Il centro di stampaggio è fornito smontato, con travi regolabili nelle tre dimensioni.
Gruppo sensoristica da analisi miniaturizzato
Gruppo sensori utilizzabili per implementare sonde su chassis da microsiluro e per miniaturizzare i sensori sulle navette esistenti.
Tavolo da laboratorio multispettrale
Tavolo che consente un'analisi multi disciplinare di campioni con integrazione di database provenienti da chip ottenici ed organici con interfacce modulari.

Licenza Creative Commons
Licenza dei Contenuti